Inter-Milan, l’ora di Montella: «Bonucci capro espiatorio, Spalletti…»

milan
© foto www.imagephotoagency.it

Inter-Milan è una delle partite più attese dell’ottava di Serie A: in vista del derby ha parlato il tecnico rossonero Vincenzo Montella. Dichiarazioni interessanti del milanista

Il derby si avvicina. Inter-Milan è alle porte e Vincenzo Montella ne ha parlato in conferenza stampa, queste le sue interessanti dichiarazioni: «Io faccio questo mestiere perché ho passione e mi diverto, se non avessi autonomia lo farei con meno passione. Consigli di Berlusconi? Li accolgo ma faccio di testa mia. Con Spalletti ho perso tre volte ma le prime due furono risultati bugiardi, l’ultima fu onesta. Sono in credito con lui e spero che domani mi restituisca il tutto. Ho avuto il piacere di essere allenato da Spalletti più volte in carriera, ho visto la sua crescita e spero di potermi trasformare come ha fatto lui, l’unica cosa che spero davvero è di non perdere i capelli. Sono convinto che il livello di prestazioni crescerà, Bonucci sa ovviare ai problemi ed è diventato il capro espiatorio di tutti i problemi del Milan se si sente certa gente. Bonucci è un giocatore importante e abbiamo fatto una presa di posizione significativa, sarà l’anima di oggi e di domani».

La conferenza di Montella: «André Silva non è solo bello»

Sempre Vincenzo Montella di fronte ai giornalisti a Milanello ha aggiunto: «Nel Milan esiste una strada sola, la mia, e chi la segue allora fa bene, chi non la segue non è un vincente con se stesso. Se ci sono spifferi sulle presunte divisioni nello spogliatoio sono falsi. Prendere le responsabilità e le tensioni su di me è un atto dovuto, fa parte di una gestione di una parte del mio lavoro. André Silva è un grande giocatore e ha contribuito alla qualificazione mondiale del Portogallo, quando è arrivato qui era solo bello e ora è più pratico. Lo vedo più “sgamato” per il calcio italiano. Un fioretto per la vittoria? Non penso a queste cose. Abbiamo preso una direzione abbastanza netta nella qualità della prestazione, con la Roma siamo stati puliti e armoniosi. Dobbiamo riportarlo a tutte le partite per tutti i novanta minuti. Io vedo un gruppo coeso per il derby».