Morata-Milan non ci sono segnali di una riapertura

morata
© foto www.imagephotoagency.it

Nessuna riapertura tra Alvaro Morata e il Milan,lo spagnolo preferisce la Premier e non dimentica la Juve

Un mese fa era il grande obiettivo di mercato del Milan in attacco. Doveva diventare un nuovo rinforzo del Manchester United ma dopo l’acquisto per 75 milioni da parte dei Red Devils di Lukaku, le speranze di vedere Morata all’Old Trafford scendono drasticamente. I Red Devils aveano migliorato la propria offerta al Real Madrid per Alvaro Morata, quasi 75 milioni con bonus e l’attaccante spagnolo aveva chiesto la cessione per raggiungere José Mourinho al più presto.
L’arrivo all’Old Trafford dell’ex attaccante dell’Anderlecht non esclude, al di là di quelle che sono le smentite di rito, quello di Alvaro Morata. Lo spagnolo vuole lo United ma il Real Madrid continua a chiedere 90 milioni di euro. Dopo l’acquisto di Lukaku, grande obiettivo di Antonio Conte, però, la strada che porta Morata al Chelsea si fa più viva.

IL NO AL MILAN – Ma perché con i rossoneri l’operazione non si è più chiusa? Dal Real Madrid era arrivata apertura alla trattativa, non un vero e proprio accordo eppure i margini potevano esserci. Il problema è stato legato alla scelta del giocatore: dopo la disponibilità a trattare un contratto da 5 milioni a stagione con bonus, Morata ha fatto un passo indietro quando ha capito che la possibilità Manchester United sarebbe diventata concreta. Mourinho lo ha contattato praticamente ogni giorno da fine maggio, filo diretto molto apprezzato. E più che una questione economica, Morata ha scelto per il campionato (non vedeva l’ora di giocare la Premier League) e per rispetto della Juventus. I bianconeri infatti conservano un posto speciale nel cuore di Alvaro che ha sempre promesso di voler giocare in Italia solo con la maglia della Juve. E per ora, ha rispettato la parola. Nonostante sia stato davvero vicino al Milan.