Moviola Italia-Svezia: fallo di mani in area svedese nel finale! – VIDEO

convocati italia candreva
© foto www.imagephotoagency.it

Moviola Italia-Svezia: gli episodi contestati del match di San Siro, valevole per i playoff per i Mondiali di Russia 2018

MOVIOLA ITALIA-SVEZIA – E’ iniziata Italia-Svezia, caldissima sfida valevole per il ritorno dei playoff per l’approdo ai Mondiali di Russia 2018. La gara di San Siro, dopo la sconfitta di Solna, costringe gli azzurri a vincere con almeno due gol di scarto: una vera e propria impresa, ma per approdare alla rassegna iridata serve gettare il cuore oltre l’ostacolo. L’arbitro del match di Milano è l’espertissimo Antonio Mateu Lahoz. L’arbitro spagnolo vanta una lunga esperienza internazionale ed è famoso per il cartellino facile: l’ultima sfida diretta da Lahoz, che hanno coinvolto squadre italiane, risale allo scorso 17 ottobre, con il Napoli che perse la sfida di Champions League in casa del Manchester City.

PAROLO ATTERRATO: ERA RIGORE! – Ottavo minuto del primo tempo e c’è già un episodio molto dubbio a San Siro. Palla filtrante per Parolo nel cuore dell’area svedese e Augustinnson con un goffo tentativo per cercare di togliere la palla al centrocampista biancoceleste lo atterra. Per l’arbitro Lahoz è tutto regolare nonostante le vibranti proteste azzurre, in campo e in panchina. Lo stesso Giorgio Chiellini ha preso un cartellino giallo per le eccessive proteste sul rigore negato.

LA SVEZIA RECLAMA UN PENALTY – Rigore chiesto anche dalla Svezia al 13′: Darmian con il braccio largo intercetta un passaggio di Forsberg, ma Lahoz non vede il tocco del difensore del Manchester United.

BARZAGLI TOCCA COL BRACCIO, MA… – Gli azzurri rischiano al 30′, ma vengono graziati. Andrea Barzagli tocca in area con il braccio, ma sul tiro di Forsberg Lahoz non vede nulla. Poteva starci il calcio di rigore per la Svezia.

DARMIAN TOCCATO IN AREA – L’Italia reclama ancora. Al 3′ della ripresa il cross di Candreva trova in area l’accorrente Darmian, che controlla con il braccio e poi cade a terra dopo il contatto con Lustig. Sarebbe stato calcio di rigore, ma Lahoz vede un mani involontario del difensore azzurro.

BELOTTI STESO IN AREA – Al minuto 79 altro episodio dubbio in area svedese: il Gallo Belotti ha provato a proteggere il pallone e poi è andato giù sul tocco di Granqvist invocando il calcio di rigore ma l’arbitro spagnolo Lahoz ha fatto chiaramente cenno di proseguire, andando a rimproverare l’attaccante azzurro. Dalle immagini il difensore sembra colpire il pallone.

FALLO DI MANI IN AREA SVEDESE – Proteste invane, ancora una volta, dell’Italia per un contatto in area: colpo di testa di Bonucci con Granqvist che tocca il pallone con la mano sinistra ma la palla è arrivata sulla mano del difensore svedese solo dopo il tocco di ginocchio dello stesso calciatore ex Genoa: giusta la decisione di Lahoz.