Pjanic: «Quella volta che ho detto ‘no’ al Tottenham»

pjanic juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Miralem Pjanic, alla vigilia della sfida con il Tottenham, rivela un interessante retroscena di mercato

Giornata di vigilia in casa Juventus che domani affronterà il Tottenham per gli ottavi di finale di Champions League. Il centrocampista bianconero Miralem Pjanic ha rilasciato un’intervista a The Telegraph in cui svela un interessante retroscena sul suo mancato trasferimento al Tottenham: «C’è stata l’effettiva opportunità quattro anni fa, ma in quel momento ho detto di no perché ero contento della squadra in cui mi trovavo. Ho fatto la scelta con la mia testa, se ho preso quella decisione avrò sicuramente avuto i miei buoni motivi». Il bosniaco poi parla del suo soprannome: «Penso di essere chiamato ‘il pianista’ per il modo in cui gioco, mi piace come nome. Non segno tantissimi goal, ma quelli che segno sono per fortuna spesso belli. Penso comunque che quel nome derivi dal modo in cui tocco la palla, dal modo in cui tocco il pallone e lo passo ai miei compagni».

La Champions League è senza dubbio l’obiettivo della Juventus: «Siamo una squadra molto competitiva e molto affamata che ha come obiettivo quello di vincere la Champions League. C’è però da dire che troveremo di fronte una grande squadra come il Tottenham». Sul ruolo di regista: «Sono molto bravo a tenere palla, per questo motivo la chiedo spesso ai miei compagni di squadra e successivamente cerco di servirli al meglio. Quando ho firmato il contratto per arrivare alla Juventus Allegri mi ha detto che potrò diventare uno dei migliori registi al mondo. Devo migliorare ma è il mio obiettivo».