Platini: “Prandelli e Balotelli, che bravi”

© foto www.imagephotoagency.it

Michel Platini tesse le lodi di Cesare PrandelliMario Balotelli, alla vigilia della finalissima di Euro2012 tra Italia e Spagna. Il presidente dell’UEFA ha parlato dei meriti di azzurri e Furie Rosse, arrivate con merito fino in fondo: “Hanno giocato il miglior calcio, quello più tecnico. Della Spagna non avevo dubbi, l’Italia è stata la sorpresa più piacevole: è difficile da battere, non me l’aspettavo così offensiva. Merito di Prandelli? Aveva già fatto crescere la Fiorentina scegliendo i giovani per fare un bel gioco spettacolare. Mi ricorda il c.t. francese Hidalgo: come lui, ha scelto giocatori di un certo tipo. Poteva mettere quattro difensori a centrocampo, ha schierato Pirlo, De Rossi, Marchisio e Montolivo. Ha coraggio e un modo di pensare che mi piace. Se giochi bene, vai in finale. Balotelli? Fortissimo. L’ho visto per la prima volta all’Euro: ha dato grande qualità all’Italia. Anche se ha sbagliato qualche occasione sotto rete. Comportamenti? Non giudico quelli dei francesi, figuriamoci se lo faccio per gli italiani. La Spagna mi annoia? Mai. Ha vinto nel 2008 e nel 2010 con un calcio tecnico, intelligente. Un numero di passaggi impressionante. Ogni c.t. gioca in base ai suoi uomini, questa è la Spagna.