Preziosi via libera su Perin: «Deciderà lui se vuole andar via»

perinetti perin
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha parlato a margine di un evento extracalcistico di mercato e del futuro del suo allenatore Ballardini

In occasione di un evento per il progetto di ampliamento di un parcheggio a Portofino tenutosi oggi a Santa Margherita ligure, il presidente del Genoa, Enrico Preziosi ha parlato di campo e mercato, partendo dal futuro di Mattia Perin: «Perin via? Ci siamo parlati, lui è un genoano dentro. Siamo consapevoli che, se ci sarà un’opportunità che a lui piace potrà andare via. Di certo non andrà a scadenza di contratto ma, da parte nostra, non c’è nessun interesse che Perin vada via». Da sottolineare come l’estremo difensore blaugrana abbia manifestato espressamente la volontà di giocare la Champions League la prossima stagione. Possibile dunque che Perin scelga di lasciare Genova per una piazza più importante.

Potrebbe invece proseguire assieme al Genoa il cammino di Pepito Rossi: «Ne parlavamo proprio stamattina con Ballardini. Rossi l’ho preso non per un gesto umanitario, ma perché ci crediamo. E’ un giocatore che fa l’amore col pallone, era mio dovere dargli un’opportunità. Vedremo se ci sarà la possibilità di andare avanti assieme». Preziosi preferisce continuare a non esporsi sul futuro dell’attuale allenatore del Grifone, Ballardini: «La decisione è presa ma non ve la dico, so esattamente cosa devo fare. Con Ballardini mi sarei dovuto incontrare questa sera ma ieri mi hanno svaligiato la casa a Desenzano e quindi ho altri impegni. Posso solo dire che sono sereno e sarò sempre grato a Ballardini anche perché tra di noi c’è rispetto».

Il numero uno rossoblù aggiunge poi: «Di certo non sceglierò il tecnico in base all’emotività o secondo un calcolo preciso per i tifosi. Per prima cosa devo parlare chiaro con il tecnico, perché abbiamo un piano che se non sarà condiviso ognuno potrà andare per la sua strada. Io ho già deciso ma deve essere condiviso da qualunque allenatore. Parlerò di conferma o meno al momento giusto: quando avremo raggiunto la salvezza matematica. Ci sono ancora 5 partite da giocare. Per come avevamo iniziato Ballardini ha fatto un ottimo lavoro».