Caso Ronaldo, parla l’avvocato di CR7: «Non daremo soldi alla Mayorga»

© foto www.imagephotoagency.it

Il caso Ronaldo non accenna a placarsi, ora a parlare è l’avvocato di CR7: «Abbiamo sbagliato una volta, non lo rifaremo: niente soldi alla Mayorga»

Non accenna a placarsi l’uragano mediatico intorno alla figura di Cristiano Ronaldo, accusato di stupro dall’ormai celeberrima ex modella Cathryn Mayorga. Fiumi d’inchiostro continuano a scorrere in tutto il mondo, mentre CR7 ed il proprio entourage sembrano aver messo a punto la strategia difensiva per affrontare questo delicato momento del portoghese al di fuori dell’amato rettangolo di gioco.

Una linea difensiva che ha le sembianze, più che altro, di un contrattacco. Con tutta l’intenzione di smontare la tesi della Mayorga. La ragazza che ai tempi della presunta violenza – ormai nove anni fa – ricevette 375mila dollari in cambio di silenzio. Ma che oggi, da questa vicenda, non otterrà più nulla dai legali di CR7. «Ai tempi Cristiano seguì il suggerimento dei suoi consulenti per mettere fine alle accuse ingiuriose ed evitare tentativi come questo. Ma non bisogna ripetere gli errori del passato: chi è innocente confida nella giustizia», ha infatti spiegato oggi l’avvocato del lusitano, Peter Christiansen.