Rummenigge: «Riscatteremo Coman, Benatia resterà alla Juventus»

Bayern monaco
© foto www.imagephotoagency.it

 

Ci sono similitudini tra Bayern Monaco e Juventus? La risposta è sicuramente positiva se si dà adito a quanto dice il direttore amministrativo dei bavaresi Karl Heinz Rummenigge. Il calciomercato, il rapporto con Ancelotti, gli affari con la Juve: Kalle a ruota libera!

Karl Heinz Rummenigge è una delle menti del Bayern Monaco. Il direttore amministrativo dei bavaresi si gode Carlo Ancelotti e l’ottimo feeling che ha con l’ex rossonero. Afferma che l’emiliano è tranquillo e non si lamenta di niente, tra i due pare esserci un ottimo rapporto. E a proposito di rapporti, c’è chi paragona Bayern e Juventus come modus operandi e per questo Rummenigge ha elogiato Andrea Agnelli, che si è rifatto proprio al modello Bayern: «Agnelli è l’artefice della rinascita post Calciopoli, apprezza la nostra indipendenza e sa scegliere i suoi collaboratori. Ha riportato la Juventus dove merita di stare». Tra le operazioni di mercato tra bavaresi e italiane troviamo Luca Toni, ritenuto amatissimo a Monaco, ma anche Vidal, uno degli acquisti di cui l’ex attaccante dell’Inter va più fiero. C’è anche Kingsley Coman e Rummenigge si sbilancia: «Ultimamente è tornato sui suoi livelli dopo qualche difficoltà, con molta probabilità lo riscatteremo. Benatia? Non si discute anche se è penalizzato dai guai fisici, penso che rimarrà alla Juventus». Dopo un pensierino su Marco Verratti, obiettivo congiunto di Juve e Bayern, il direttore amministrativo dei tedeschi elogia Dybala paragonandolo a Messi e conclude con un altro ex pallino del Bayern. «Mandzukic non mi sorprende. Per la squadra fa sempre tutto, anche da noi nell’anno del Triplete dette il massimo» chiude Rummenigge a Tuttosport.