Sarri: «Partita tatticamente straordinaria, ci è mancato il guizzo»

sarri napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Maurizio Sarri al termine di Chievo Verona-Napoli, match valido per la dodicesima giornata di Serie A Tim 2017/2018

Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, al termine del match pareggiato 0-0 in casa del Chievo Verona, è intervenuto ai microfoni di Premium Sport: «Se sono arrabbiato per la prestazione? No, non so cosa intendete voi con prestazione. Per quanto mi riguarda abbiamo fatto una partita straordinaria dal punto di vista tattico, senza concedere nulla ai nostri avversari. Siamo arrivati all’ultima gara di questo ciclo con meno brillantezza, ed oggi senza un guizzo individuale era difficile trovare il gol con un Chievo così chiuso. Poi se una squadra si permette di tenere a terra cinque calciatori per cinque minuti, di certo non fa un bel servizio al calcio italiano. Naturalmente il Chievo fa quello che deve fare, ma c’è chi non dovrebbe consentirlo. Però non abbiamo pareggiato per questo motivo, ma perché ci è mancato il guizzo giusto». 

L’ex Empoli continua: «Mario Rui? Ha giocato bene, ma dopo sessanta minuti ha cominciato ad essere in difficoltà. A livello di palleggio ci fa mancare poco, ma di certo non ha la forza e la profondità di Faouzi. Ora però abbiamo lui e dobbiamo sperare possa tornare al meglio quanto prima. Hamsik? Marek anche nelle passate stagioni ha fatto fatica in alcune fasi, ma rispetto ad un mese fa lo vedo meglio. Ancora non è tornato quello del girone di ritorno dello scorso campionato, gli manca un po’ di lucidità. Spero di poterlo avere al top dopo la sosta. Oggi comunque sono mancati gli attaccanti, che non sono riusciti a fare quello che fanno solitamente. Siamo stati bravi, però, a non far ripartire gli avversari».

«Fino al girone d’andata dello scorso anno – conclude Sarri – se non giocavamo al 100% non riuscivamo a vincere le partite, ora siamo cresciuti. Ora abbiamo bisogno di un altro passo, ovvero vincere le partite dove non siamo molto brillanti. In questo momento l’assenza di Ghoulam e Milik si fa sentire, sarebbero stati utili contro la difesa del Chievo. Con ciò che abbiamo a disposizione in questo momento, abbiamo bisogno di più scaltrezza per risolvere queste partite. Se dopo il City eravamo svuotati di testa? Non credo, abbiamo giocato tutta la gara nella metà campo avversario. Di certo, però, il City con le proprie qualità ti porta a sprecare tante energie a livello fisico».