Simeone senza paura: «Godin ci sarà. Si affronteranno due squadre fortissime»

simeone atletico madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Diego Pablo Simeone ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League contro la Juventus

Diego Pablo Simeone è pronto. Pronto come tutto l’Atletico Madrid e i tifosi. Pronta come la Juve che si appresta a giocare il match più importante di tutta la stagione. Il tecnico argentino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match tra Atletico-Juve, presentando la sfida di domani: «Credo che quando si tratta di eliminatorie come questa con due avversarie così importanti è come se si giocasse in due tempi. L’andata è un momento, il ritorno l’altro. Ognuno cerca di organizzarsi meglio in casa propria, poi parlare di dettagli non spiegabili e il calcio è fantastico per quello. Possiamo parlare finché vogliamo ma serve a poco». E sulle assenze: «Mi mancheranno tutti gli assenti e sto cercando di decidere chi far giocare in modo che la squadra funzioni al meglio. Farò il meglio con quelli a disposizione». 

Occhi puntati, soprattuto, su Alvaro Morata il grande ex della partita. Simeone ne parla così in conferenza stampa: «Lui, come tutti gli attaccanti del mondo, è importante. Dà soluzioni per la squadra, sostiene il gioco e dovrà sfruttare gli spazi che una squadra che attacca molto può lasciare in difesa. Cercheremo di giocare la miglior partita perché lui possa giocare meglio». Sabato i tifosi dell’Atletico Madrid hanno trattenuto il fiato quando è uscita la notizia di un possibile infortunio a Godin. Simeone però li tranquillizza: «Godin sta bene, ora si allenerà con il gruppo ed domani immagino starà in campo. Per quanto riguarda la Juve non possiamo parlare solo di Ronaldo. Sono fortissimi e pronti alla battaglia, con gente importante. Bernardeschi, Dybala, Douglas, chiunque giochi con Mandzukic e Ronaldo sicuramente ci obbligherà a grande attenzione».