Spalletti come Gasperini, la sua Inter come quella di Ranieri: i numeri

spalletti inter
© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter di Spalletti al peggior inizio di campionato dal 2011 (con Gasperini): ieri contro il Parma 28 tiri e zero reti, quasi come i nerazzurri guidati da Ranieri nel 2012

Nella storia moderna dell’Inter quasi nessuno ha fatto peggio di Luciano Spalletti quest’anno: il pessimo inizio di campionato che ha portato in casa nerazzurra la pochezza di appena 4 punti in altrettante partite è di per sé un record negativo che pareva difficile da eguagliare. Male come Spalletti era partito in tempi recenti soltanto Gian Piero Gasperini, alla guida della squadra nerazzurra nella stagione 2011/2012: l’attuale allenatore dell’Atalanta all’epoca riuscì a perdere – proprio come Spalletti – alla quinta giornata (la prima non si era giocata per lo sciopero indetto dall’AIC) contro una neo-promossa, il Novara, per 3 a 1, dopo aver messo insieme quattro punti nelle tre giornate precedenti. Al termine di quel match Gasperini venne poi esonerato per essere sostituito da Claudio Ranieri. L’inizio di questa stagione di Spalletti, per intenderci, è persino peggiore di quello di Frank de Boer, che era riuscito a mettere insieme 7 punti in quattro partite nel 2016 vincendo persino lo scontro diretto contro la Juventus proprio alla quarta giornata.

Quello dei 4 punti in quattro partite non è però l’unico record negativo dell’Inter di Spalletti in questa annata. Ieri i nerazzurri sono riusciti anche nella ben poco epica impresa di non segnare contro il Parma nemmeno un gol pur avendo messo insieme la bellezza di 28 tiri totali di cui 8 nello specchio della porta avversaria (7 invece quelli degli emiliani): era dal febbraio 2012 che l’Inter non faceva così male in fase offensiva. Allora c’era di mezzo ancora una volta il Novara (nella partita di ritorno però): i piemontesi portarono a casa la vittoria a San Siro per 1 a 0 grazie al gol di Andrea Caracciolo nonostante i 30 tentativi della squadra di Ranieri.