L’urlo di Tardelli: «De Rossi non ha venduto l’anima. Zaniolo è più forte di me»

L’urlo di Tardelli: «De Rossi non ha venduto l’anima. Zaniolo è più forte di me»
© foto www.imagephotoagency.it

Elogio importante per Nicolò Zaniolo. Marco Tardelli ha parlato del talento romanista e anche di Daniele De Rossi

Marco Tardelli, campione del mondo dell’82’ con l’Italia, ha parlato a Rete Sport della lettera pubblicata su La Stampa e destinata al capitano della Roma Daniele De Rossi: «Mi ha colpito perché non si è venduto l’anima. Conosco Daniele da molto, da quando era solo un ragazzo è rimasto sempre legato alla stessa squadra. E’ tornato in campo in maniera importante contro il Milan, non era facile. Ora però non deve smettere, deve accompagnare Nicolò Zaniolo nel suo percorso di crescita».

A proposito di Zaniolo: «Dicono che mi somigli? Abbiamo qualità diverse, in alcune cose è più bravo di me. Zaniolo ha dimostrato di avere qualità per diventare un grande giocatore ma Roma è una città meravigliosa nella quale però ci si può anche perdere. De Rossi deve stargli vicino. Come si fa a non perdersi? Bisogna amare il calcio, bisogna avere passione e non bisogna mai pensare di essere arrivati». Tardelli ha parlato anche del calcio italiano: «Mi divertono solo alcune partite. Il calcio italiano deve capire che non è più il più importante, altre nazioni lo hanno superato. Ora però mi sembra di intravedere una sterzata grazie ai giovani talenti che stanno nascendo come Zaniolo ma anche Donnarumma e Tonali».