Torino, tifosi della Juve di Forza Nuova imbrattano il “Toret” intitolato a Bruno Neri – FOTO

turet-imbrattato
© foto dalla pagina facebook - Il Pioniere

Nella notte alcuni tifosi della Juve di Forza Nuova hanno vandalizzato il “Toret” intitolato all’antifascista granata Bruno Neri. 

Nella notte appena trascorsa il “Toret” di piazzale San Gabriele di Gorizia di Torino è stato preso di mira da alcuni tifosi juventini di Forza Nuova. Questi, hanno vandalizzato la fontana che si trova nei pressi dello Stadio Filadelfia e che a breve doveva essere intitolata al calciatore granata Bruno Neri.  Bruno Neri è stato un calciatore e un’allenatore di calcio, ma prima di tutto partigiano italiano. Nel corso della sua esperienza calcistica ha dimostrato infatti la sua disapprovazione verso il regime fascista. E di lui rimane celebre il gesto fatto all’inaugurazione dello Stadio di FirenzeGiovanni Berta” (attuale Stadio Artemio Franchi) nel 1931. In quell’occasione si rifiutò di rendere omaggio alle autorità presenti con il saluto romano. 

Il calciatore, nato a Faenza nel 1910, è entrato nei cuori dei tifosi del Torino, squadra con cui ha passato ben 3 stagioni dal 1937 al 1940 segnando anche una rete. Proprio per il suo grande impegno nella politica di quel tempo, l’attuale consigliere Augusto Montaruli aveva deciso di rendergli omaggio dipingendo di granata un “Toret” vicino allo Stadio Filadelfia. Scelta però non apprezzata da tutti. E ieri sera alcuni tifosi della Juve di Forza Nuova hanno deciso di imbrattare il Toret colorandolo di bianco-nero e di appiccicargli un volantino con i simboli della Juventus, del Fascismo e di Forza Nuova.

Ecco cosa hanno scritto sul volantino: «Da oggi il toret di Piazzale San Gabriele di Gorizia sarà intitolato ad un grande campione della Juventus e dell’Italia Fascista, la cosiddetta Italia del Duce. Il portiere Giampiero Combi. Portiere della Nazionale Fascista, vincitrice dei Mondiali del 1934 e della Juventus del primo vero Quinquennio d’oro. Questo toret bianco e nero vuole essere omaggio ad un grande campione della Juventus e della Nazionale dell’Italia Fascista». 

Gepostet von Il Pioniere – Giornale di Azione Partigiana e Progressista am Mittwoch, 17. Oktober 2018