Torino Cagliari, Sirigu protagonista (per una volta) in negativo

© foto www.imagephotoagency.it

Salvatore Sirigu è stato protagonista per una volta in negativo: una mezza papera del portiere è costata la sconfitta al Torino

Il Toro non rialza la testa e nonostante un commovente Belotti (autore di una doppietta) incappa nella terza sconfitta in tre partite. I granata, come spesso è accaduto, si erano aggrappati ai gol del proprio capitano per provare a raddrizzare una partita iniziata bene (con il rigore realizzato dal Gallo) e proseguita male (rimonta del Cagliari in appena 7 minuti).

Nella ripresa il Toro aveva subito trovato il pareggio, che aveva dato nuova linfa ai sogni di vittoria granata ma la Dea Bendata, in questo periodo, non guarda con favore a Torino e capita quindi che la sconfitta arrivi a causa di un errore dell’altro uomo simbolo della squadra: Salvatore Sirigu.

L’estremo difensore non ha intercettato un comodo cross di Nandez, facendosi sfuggire il pallone e favorendo il decisivo gol del 2-3 di Simeone. Subito dopo il gol incassato si è preso la paternità dell’errore, confermata anche al triplice fischio quando è rimasto per vari minuti fermo in mezzo al campo con il suo preparatore visibilmente dispiaciuto e commosso. Mentre tornava negli spogliatoi si è prima preso il caloroso applauso dei suoi tifosi (che l’hanno perdonato e ci mancherebbe) ricambiando con un gesto d’affetto e poi ha sfogato la propria rabbia sferrando un pugno a un attrezzo lì vicino. Ennesima domenica triste per i colori granata con un protagonista (in negativo) d’eccezione.