Allegri ammette: «Ho rifiutato Real Madrid e Chelsea. Spalletti è un attore»

zidane allegri juventus-real madrid
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato del calciomercato bianconero, della Champions e del rifiuto al Real Madrid

A tutto Max Allegri! L’allenatore della Juventus ha parlato a Sky Sport, dalla sua Livorno, durante il suo Junior Camp, e ha parlato di numerosi argomenti, svelando di aver rifiutato il Real Madrid e il Chelsea: «Io ho detto sì alla Juventus! Il presidente Perez mi ha telefonato ma avevo già dato la mia parola al presidente Agnelli e alla Juventus. Ho preso la decisione di restare perché abbiamo obiettivi importanti da raggiungere. Era giusto proseguire alla Juventus dopo la parola data. Chelsea? Ringrazio chi mi ha cercato. Sarà sempre il presidente a conoscere per primo la mia volontà. Quando andrò via sarà il primo a saperlo, come lui sarà il primo a sapere del mio eventuale esonero perché decide lui (ride, ndr). Il progetto Juve si rinnova ogni anno e io ho gli stimoli giusti per ripartire. Poi ora la Juve è uno dei club migliori al mondo, è tra i primi 4, e voglio provare a vincere ancora qui».

Max Allegri ha parlato del sogno Champions, sottolineando la difficoltà a togliere lo scettro a Real Madrid e Barcellona: solo tre squadre, negli ultimi 11 anni ci sono riuscite. La Juve ha sfiorato per due volte l’impresa ed è l’ultima ad aver eliminato il Real dalla Champions League: «Bisogna continua a migliorare quello che abbiamo iniziato ormai 4 anni fa». Poi Allegri si è concentrato sul mercato e non ha chiuso a una partenza di Higuain: «La forza della Juventus è nella società. La società ha la forza di vendere chi non vuole restare e sarà così anche quest’anno. Questo è un mercato strano perché c’è il Mondiale e le cose verranno decise alla fine del Mondiale in Russia. Cancelo? Ha fatto bene con l’Inter, è cresciuto molto con Spalletti, ma è un giocatore del Valencia».

Allegri ha poi esaltato Paulo DybalaNon deve imitare Messi, può crescere molto») e ha parlato dello Scudetto: «Sarri ci mancherà ma il Napoli ha riportato in Italia un grande allenatore che è Carlo Ancelotti. Poi ci sono Roma, Milan, Lazio ma anche l’Inter con Spalletti che si nasconde, fa sempre l’attore. Le nostre avversarie sono brave a darci gli stimoli e anche quest’anno vorranno batterci ma noi faremo di tutto per vincere ancora».