Allegri-Sarri, il futuro non è scritto: Scudetto o addio?

Allegri-Sarri, il futuro non è scritto: Scudetto o addio?
© foto www.imagephotoagency.it

Juve-Napoli è anche la sfida a distanza tra i due allenatori Allegri-Sarri. Il futuro per entrambi i tecnici non è ancora ben definito

Scudetto e addio, Scudetto o addio? JuventusNapoli, la partitissima della 34ª giornata racconta tante sfide nelle sfide, tra cui anche quella tra i due allenatori AllegriSarri. Il confronto a distanza tra due allenatori che hanno in comune ben poco. I due, entrambi toscani, hanno due stili di gioco differenti e hanno anche due gestioni del gruppo e della comunicazione agli antipodi. Entrambi però hanno un contratto con i rispettivi club fino al 2020 e potrebbero clamorosamente cambiare aria a fine stagione.

Max Allegri ha l’occasione per vincere il settimo Scudetto consecutivo per la Juventus, il suo quarto consecutivo con annessa quarta Coppa Italia consecutiva (il 9 maggio la finale con il Milan). Max insegue nu doppio poker con la Juventus ma il futuro non è scontato. A Torino sta bene, l’affetto è ricambiato e se fosse per Marotta Allegri sarebbe l’allenatore della Juventus almeno fino al 2020 ma alla fine, come ha già fatto sapere il tecnico in una delle sue conferenze stampa, conteranno le motivazioni. Sarà l’allenatore a prendere la decisione finale al termine della stagione.

Maurizio Sarri ha l’occasione per fare la storia del Napoli vincendo uno Scudetto storico. Il tecnico, legato da un contratto fino al 2020, con una clausola da 8 milioni che adesso De Laurentiis vorrebbe eliminare, è alla ricerca di una nuova dimensione e di un nuovo ingaggio. L’allenatore, dopo tanta gavetta, non ha nascosto l’importanza dell’aspetto economico ma ha parlato anche di ambizioni ed è pronto a firmare il rinnovo in caso di importanti promesse sulle ambizioni del Napoli che dovrà essere costruito per vincere. Il tecnico è corteggiato da Chelsea e Monaco e da altri club stranieri e non sono escluse sorprese al termine del campionato.