Barcellona, il d.g.Oliver spiega l’episodio degli idranti

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’episodio degli idranti del Camp Nou, fatti partire poco dopo il fischio finale della sfida tra Barcellona e Inter, ha scatenato accese discussioni tra addetti ai lavori e tra i tifosi.
A cercare di porre la parola ‘fine’ su questa vicenda ci prova Joan Oliver, direttore generale del club blaugrana, che dà  la versione dei fatti della società  catalana: “I tifosi dell’Inter avevano tirato giù un petardo di dicrete dimensioni, e quando una guardia dello stadio si è avvicinata per spegnerlo, è esploso il petardo andando a ferirlo al piede. La situazione era tesa, quando giocatori e tecnico dell’Inter si sono avvicinati lì si è creato il panico, una certa tensione. Così qualche responsabile del club, involontariamente, ha fatto partire gli idranti. per non far succedere compicazioni. Era per calmare la tensione. Comunque l’immagine che abbiamo dato non rappresenta ciò che siamo realmente. Non è stata una decisione ponderata, però sono decisioni che si prendono in momenti di tensione con molta fretta”, è quanto si legge su fcinternews.