Beccalossi contento ma non troppo: «Inter soddisfacente, ma servono innesti»

beccalossi
© foto www.imagephotoagency.it

Guidata dallo stacco imperioso di Danilo D’Ambrosio l’Inter vola al terzo posto a ridosso delle capoliste Napoli-Juve in vetta a punteggio pieno

Ne abbiamo parlato in esclusiva con Evaristo Beccalossi, leggenda nerazzurra, fantasista nei primi anni ’80 con 216 presenze all’attivo e ben 30 reti segnate.

Sedici punti in sei partite, è fiducioso per il proseguio del campionato? «Non si può non essere soddisfatti. Se a inizio stagione mi avessero predetto questa situazione difficilmente ci avrei creduto, la strada intrapresa è quella giusta per arrivare in Champions League. E’ vero, magari dal punto di vista del gioco si può ancora migliorare, ma Spalletti è un grande leader è saprà tenere il passo per tutto il campionato. Duello con Napoli e Juve? Vanno a un’altra velocità, l’Inter deve arrivare in Champions League è presto per concorrere per altro».

Serve qualche innesto a gennaio? «Dovete chiedere a Sabatini il nome, io non faccio il direttore sportivo ma penso che un paio di giocatori dovranno per forza arrivare soprattutto per tenere un passo così elevato in campionato. Manca un fantasista come me? Spalletti sa chi far giocare».

Potrebbe venire dal vivaio qualche soluzione interessante soprattutto là davanti? «Ci sono nomi interessanti, senz’altro. Vergani lo conosco, ma spetta ad Ausilio e alla società valutare il tempo e il modo di inserimento. La priorità però dovrebbe arrivare dal calciomercato».