Bologna, conferenza stampa Mihajlovic: «Domani gara importante, cambierò meno possibile»

© foto www.imagephotoagency.it

Bologna, le parole del tecnico Sinisa Mihajlovic in vista della gara di domani dei felsinei contro il Cagliari

Le parole del tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic alla vigilia del match contro il Cagliari.

«Il tempo per allenarsi non c’è, di fatto le partite diventano allenamenti. Dovrò fare delle scelte e cercherò di mandare in campo i ragazzi più riposati, ma bisogna anche fare i conti con gli avversari. Però se un giorno vogliamo giocare in Europa ci dobbiamo abituare a giocare tre volte alla settimana. Ho parlato con tutti quelli che potrebbero avere qualche problema a giocare due partite in tre giorni, ma ognuno di loro mi ha dato la sua disponibilità. Il match di domani sera è importante, cercherò di cambiare il meno possibile. Se Dijks può farcela a partire ancora titolare? Non lo so, vediamo…».

EUROPA«Mancano ancora dieci partite al termine, noi vogliamo vincere sempre ma siamo consapevoli che con l’arrivo di Zenga il Cagliari ha ripreso a marciare. Hanno una rosa di qualità e bisogna fare i complimenti al presidente Giulini per averla allestita».

ZENGA«Walter è un caro amico e ci sentiamo spesso, sono contento di rivederlo su una panchina di Serie A perché è una bella persona e un ottimo allenatore».

BARROW«Ci dobbiamo lavorare, in questo momento è più pericoloso se si trova la porta davanti piuttosto che giocandoci alle spalle, quindi meglio da esterno che da prima punta. In futuro, però, vorrei schierarlo come centravanti, e a quel punto vedremo con quale efficacia riuscirà a ricoprire il ruolo».

DIFESA«È questione di atteggiamento e di qualità dei giocatori, ma influiscono anche altri fattori. Sappiamo che un gol lo prendiamo praticamente sempre e quindi dobbiamo giocare cercando di segnarne uno in più dei nostri avversari: magari domani finisce 7-6 (ride, ndr)…».