Cagliari, Oliva si presenta: «Pronto per giocare, somiglio a Gargano» – VIDEO

Cagliari, Oliva si presenta: «Pronto per giocare, somiglio a Gargano» – VIDEO
© foto Instagram - @christiaan_oliva

Giornata di presentazioni in casa Cagliari, ecco il nuovo acquisto Christian Oliva: «Mi chiamano Totò, ho scelto il numero 17».

Dopo la pesante sconfitta casalinga con l’Atalanta nell’ultima giornata di campionato, che ha ridotto ad appena 4 lunghezze il vantaggio dei sardi sulla zona retrocessione, il Cagliari prova a ritrovare il sorriso con la presentazione ufficiale di uno degli innesti di gennaio, l’uruguayano ex Nacional Montevideo Christian Oliva. «La trattativa per il passaggio al Cagliari è stata veloce, – ha rivelato – i miei agenti me ne hanno parlato un venerdì, il martedì sono arrivato qui in Sardegna. Per me è stato un passo importante, ma sento che è arrivato al momento giusto della mia carriera. Ho giocato per due anni nel Nacional, credo di avere fatto bene nell’ultima stagione, quindi è giunta l’ora di misurarmi col calcio europeo».

E in questo senso Oliva punta a capire in tempi brevi il calcio italiano per dare il suo apporto al Cagliari nella lotta salvezza: «Dovrò ambientarmi in fretta, – ha affermato l’uruguayano – entrare al più presto nei meccanismi della squadra e adattarmi ad un tipo di calcio completamente diverso da quello uruguaiano, con molto più ritmo e intensità». Quanto alle sue caratteristiche di gioco, Oliva ha spiegato: «Sono un volante misto, penso di avere un buon passo e una buona grinta, non vedo l’ora di dimostrare il mio valore. Sono molto contento di essere al Cagliari, un club tanto prestigioso, in una piazza esigente. Sono sicuro che usciremo dalle difficoltà».

L’ex Nacional conosce gli ex giocatori uruguayani del Cagliari, ma si accosta a un ex centrocampista del Napoli: «Somiglio a Gargano. – ha spiegato – anche lui è bravo in fase di interdizione e sa giocare il pallone. Francescoli, Herrera, O’Neill, Abeijon, Lopez, Dari’o Silva: qui hanno fatto tutti benissimo. Non ho avuto la fortuna di parlare con nessuno degli ex rossoblù, ma spero però di continuare la buona tradizione dei miei connazionali che hanno giocato qui». Infine il nuovo acquisto dei sardi ha raccontato alcune curiosità: «Il mio soprannome? Mi chiamano ‘Totò’, – ha detto – ho scelto il numero 17 perché è quello che ho indossato al Nacional e mi ha portato bene. L’impatto con il gruppo e con il mister è stato positivo. Il mio sogno è conquistare la maglia della Celeste giocando bene qui a Cagliari».

INFORTUNIO BIRSA, IL COMUNICATO DEL CAGLIARI