Palermo, Zamparini lascia. Taylor possibile sostituto

Schillaci palermo zamparini
© foto www.imagephotoagency.it

Cessione Palermo: rinviato l’incontro odierno con i rappresentanti del fondo americano pronto a rilevare diverse aziende del Gruppo Zamparini

Cessione Palermo: il possibile nuovo presidente – 28 febbraio, ore 8.14

Secondo La Gazzetta dello Sport emergono alcuni indizi sul possibile nuovo presidente del Palermo, vale a dire Martin Taylor. Si tratta dell’ex presidente di Barclays Bank ed è stato avvistato a Palermo in occasione del ko interno contro l‘Atalanta. Se ne saprà di più nei prossimi giorni ma Taylor potrebbe essere il sostituto di Zamparini. Entro il mese di giugno i rosanero avranno un nuovo assetto dirigenziale, mentre per il nuovo numero uno basterà attendere al massimo due settimane.

Cessione Palermo, arrivano le dimissioni di Zamparini – 27 febbraio, ore 18

Il Palermo si appresta a cambiare proprietà. Zamparini ha rassegnato le dimissioni da presidente. Il nuovo numero uno verrà nominato entro 15 giorni e sarà anglo-americano: il nuovo presidente si è impegnato a investire nel Palermo, con un programma di 3-5 anni per il ritorno in Europa. Questo il comunicato: «Il Presidente Maurizio Zamparini comunica di aver rassegnato le dimissioni dalla carica di Presidente del Palermo Calcio. Entro quindici giorni verrà nominato il nuovo Presidente, che verrà presentato a Palermo in conferenza stampa. Il nuovo Presidente è membro e rappresentante di un fondo anglo-americano, che si è contrattualmente impegnato ad investire nei progetti del Gruppo Zamparini con priorità iniziale negli investimenti del Palermo Calcio e negli impianti sportivi da realizzare a Palermo, ovvero lo stadio ed il centro sportivo. Obiettivo degli investitori sarà riportare il club nella posizione che la città merita, quella EUROPEA, con un programma di 3-5 anni».

Cessione Palermo, è fatta! – 27 febbraio, ore 15.42

Zamparini è stato chiaro a Repubblica: «E’ fatta, è tutto definito: abbiamo regolarizzato tutto e non c’è più nulla da definire. Mercoledì daremo l’annuncio ufficiale».

Cessione Palermo, le ultime sulla trattativa – 27 febbraio, ore 14.31

Maurizio Zamparini ha rilasciato delle dichiarazioni sulla cessione del Palermo anche a Tgr Sicilia, aggiungendo questo a quanto già dichiarato in precedenza: «La trattativa con gli americani è in stato avanzato e potremmo chiudere nei prossimi giorni. Tutto sta procedendo nel migliore dei modi e i primi passi potremmo muoverli già in questa settimana».

Cessione Palermo, l’annuncio di Zamparini: «Mi dimetto e vendo!» – 27 febbraio, ore 13.30

Si chiude l’era Zamparini a Palermo. A breve avverrà la cessione della società ad un fondo americano. L’annuncio è stato dato questa mattina da Zamparini a Radio Rai: «In tempi brevissimi arriveranno le mie dimissioni e poi sarà il momento dell’arrivo degli investitori, per adesso non voglio dirvi chi sono. Non sono un presidente onorario e non voglio esserlo, rimarrò solamente i primi periodi per illustrar loro come si gestisce la situazione». Il presidente del Palermo manterrà una quota di minoranza, intorno al 25%, fino a giugno 2017, data del closing definitivo.

Cessione Palermo: tra oggi e domani l’incontro con il fondo americano – 27 febbraio

Svolta epocale in casa Palermo? Il club sta per passare di mano: Zamparini è pronto a cedere il pacchetto di maggioranza del club rosanero al gruppo di investitori americani interessati a rilevare il club siciliano. Tra oggi e domani, secondo “La Gazzetta dello Sport“, andrà in scena l’incontro decisivo tra il patron e i rappresentanti del fondo americano. La trattativa va avanti da ottobre e presto potrebbe esserci il lieto fine.

Cessione Palermo: rinviato l’incontro con il fondo americano

Sembra esserci ormai una certezza riguardo il futuro prossimo del Palermo di Maurizio Zamparini. Il presidente del club, dopo più di quindici anni alla guida dei rosa-nero, lascerà la società. Una decisione maturata, come riportato dal Corriere dello Sport, nel corso di questi ultimi mesi, tra la crisi finanziaria incombente che lo ha obbligato a prendere una decisione prima del peggioramento irreversibile della situazione e i conti delle casse siciliane che lo costringono a un esborso annuale non più in grado di sostenere. Era previsto per questa mattina l’incontro con i rappresentanti del fondo americano per la cessione societaria del Palermo, tuttavia, il meeting tra le parti è stato rinviato, stando a La Repubblica. Nulla di problematico ai fini della cessione, visto che la svolta sembra ormai vicina e le parti stanno limando gli ultimi dettagli prima del closing definitivo. Incontro rinviato ma, da qui fino a lunedì prossimo, ogni giorno potrebbe essere quello giusto per il passaggio del Palermo e di altre aziende di proprietà Zamparini al fondo americano con la firma di un preliminare d’accordo. Con una certezza: dopo quindici anni probabilmente il Palermo non sarà più di proprietà Zamparini.