Da Ancelotti a Klopp: il posto fisso non c’è più | Ts

© foto www.imagephotoagency.it

Tanti allenatori a spasso, per scelta o costrizione

I campionati non sono ancora iniziati ma sono tanti gli allenatori (e che allenatori!) a spasso. Per scelta o per costrizione, sono tanti i top trainer lontani dai campi di calcio. Carlo Ancelotti, campione d’Europa e del Mondo con il suo Real Madrid nel giro di 12 mesi si è ritrovato da essere l’allenatore della decima a problema numero uno del Real Madrid. Anche Jurgen Klopp, reduce dal flop al Borussia Dortmund, è alla ricerca di una nuova avventura. Restando nei nostri confini non si possono dimenticare Walter Mazzarri, Cesare Prandelli, Luciano Spalletti e Roberto Di Matteo senza dimenticare i vari Vincenzo Montella e Roberto Donadoni.

TANTI A SPASSO – Tutti allenatori a spasso alla ricerca della giusta occasione ma nel frattempo i tecnici si godono alcuni mesi di pausa per rigenerarsi, per ricaricare le pile, proprio come fede Guardiola che, dopo l’addio al Barcellona, decise di restare lontano dal mondo del calcio volando a New York. E poi ci sarebbe Marcello Lippi che, conclusa l’esperienza da direttore tecnico in Cina, va in barca dalle parti della sua Viareggio, l’ex Juve Laudrup, Stramaccioni e poi i grandi vecchi come Harry Redknapp e Jupp Heynckes oltre ai giovani Murat Yakin, Gustavo Poyet e Pippo Inzaghi. Tanti a spasso: il posto fisso è una chimera anche nel mondo del calcio. A riferirlo è “Tuttosport“.