Eintracht Francoforte-Inter, Zanetti: «Icardi? Speriamo ci sia»

Eintracht Francoforte-Inter, Zanetti: «Icardi? Speriamo ci sia»
© foto www.imagephotoagency.it

Javier Zanetti ha commentato il sorteggio di Nyon, con l’Eintracht Francoforte avversario dell’Inter agli ottavi: «Tedeschi duri da battere».

Non è stata tenera l’urna di Nyon per l’Inter di Luciano Spalletti. I nerazzurri infatti dovranno vedersela negli ottavi di finale con l’Eintracht Francoforte di Adolf Hütter. Lo sa bene anche il vicepresidente dei nerazzurri Javier Zanetti, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport” dopo il responso. «Il ritorno in casa è una cosa positiva, ma le tedesche sono tutte squadre dure da battere. – ha detto – L’Inter deve provare ad arrivare fino in fondo in ogni competizione, noi ci proveremo e credo ci siano i presupposti per far bene».

Il discorso si sposta poi sul caso Icardi, che continua a infiammare il club nerazzurro. «Icardi continua ad essere un giocatore importante per noi. – ha assicurato Zanetti – Spero ci possa essere contro l’Eintracht, credo che quando ci sono problemi all’interno dello spogliatoio bisogna confrontarsi e risolverli all’interno. Bisogna lasciar stare quello che è successo, crescere e fare di tutto per vincere. Mi spiace la situazione che si è creata. Però ripeto, sono loro che devono chiarire quello che c’è da chiarire facendo il bene della squadra. Solo così si può rendere il gruppo più forte e creare i presupposti per vincere. Occorre pensare così e in questo modo tutto si può risolvere».

Difficilmente però la società nerazzurra tornerà indietro sulla sua decisione di affidare la fascia di capitano a Samir Handanovic: «Icardi di nuovo capitano? Credo che la decisione presa sia stata approfondita e non a cuor leggero. – ha sottolineato Zanetti – Non ho ancora parlato con Mauro, bisogna lasciar passare un po’ di tempo. Prima le cose si devono chiarire, poi non ho problemi a parlare con nessuno. La fascia vuol dire essere esempio per i tuoi compagni, perché dopo i tuoi compagni ti rispettano dentro e fuori dal campo. Ora però dobbiamo concentrarci perché ci sono tante partite importanti, spero che arriveremo in fondo a questa competizione».

ALLA SCOPERTA DELL’EINTRACHT FRANCOFORTE DI REBIC, JOVIC E HALLER