Iachini punge: «Carta canta. Il 4-3-3? Anche la Juve cambia moduli e vince»

Iscriviti
© foto Calcionews24

Le parole di Beppe Iachini in conferenza stampa. L’allenatore ha parlato alla vigilia di Sassuolo-Roma in programma domenica sera

Beppe Iachini, allenatore del Sassuolo, potrebbe non essere riconfermato sulla panchina del club neroverde e in conferenza stampa mette i puntini sulle i, snocciolando i numeri della sua gestione e rivendicando l’ottimo lavoro svolto da novembre, al momento del suo arrivo sulla panchina del Sassuolo. Le parole di Giorgio Squinzi in settimana hanno fatto male e lo si capisce dalle dichiarazioni del tecnico: «Il lavoro è sotto gli occhi di tutti: carta canta! Siamo partiti con il 4-3-3 e siamo passati al 3-5-2 perché non avevamo Lirola e Goldaniga e abbiamo puntato, valorizzandoli, su Rogerio e Adjapong. bbiamo una media punti di 1,4 a partita, più da Europa League che da salvezza e abbiamo recuperato tantissimi punti a 7-8 squadre».

Prosegue l’allenatore: «I moduli non sempre contano, basti pensare alla Juventus che ha iniziato con Conte e ha proseguito con Allegri, vincendo 7 Scudetti con 6-7 moduli diversi». Iachini è in bilico, nonostante l’ottimo lavoro. Squinzi vuole un tecnico giovane che possa puntare sul 4-3-3 e l’allenatore neroverde risponde apertamente, con rispetto, al patron del Sassuolo: «Prendo le sue come dichiarazioni estemporanee. Il nostro lavoro è palese, abbiamo risollevato la squadra, valorizzato giovani, Berardi e Politano hanno dimostrato di poter giocare anche altri moduli con Matteo che non aveva mai fatto tanti gol». Chiosa finale sulla Roma dell’ex Di Francesco: «La Roma ha fatto un ottimo percorso in campionato e in Champions, passando dalla difesa a 3 a 4. La Roma ha trovato un ottimo allenatore e dovrà tenerselo ben stretto».

Dal nostro inviato a Sassuolo