Connettiti con noi

2009

Juventus, Legrottaglie combatte il razzismo

Pubblicato

su

Il razzismo va combattuto con forza, nella vita di tutti i giorni come nello sport. à? questo il messaggio che lancia il progetto “Un calcio al razzismo”, promosso nel novembre scorso dalla Juventus e dal Centro UNESCO di Torino. L’iniziativa prevede l’assegnazione di due borse di studio, per l’anno scolastico e accademico 2009/2010, a un istituto di secondo grado e a uno studente, di età  compresa tra i 18 e i 25 anni, che abbiano compiuto azioni significative, sempre a favore della lotta al razzismo e dell’integrazione.

E a sostenere il progetto è intervenuto anche Nicola Legrottaglie, che questa sera, presso l’aula 4 di Palazzo Nuovo, ha partecipato a una lezione del corso di Diritto Internazionale dello Sport. Tema dell’incontro, la lotta al razzismo nell’ambito dello sport: Ã?«Il razzismo è da combattere in tutti gli ambienti, non solo nel calcio “? ha detto Nicola “? à? una lotta da portare avanti con caparbietà Ã?». Di cori razzisti e di una vile aggressione è stato vittima ieri Jonathan Zebina: Ã?«La cosa migliore in questi casi è non parlarne e non dare visibilità  a chi ha compiuto questo gesto “? ha continuato Legrottaglie – Quella persona oggi era su tutti i giornali, mentre sarebbe meglio non dargli rilevanza a livello mediatico. Comunque ho visto Jonathan sereno e tranquilloÃ?».

Infine, il difensore ha aperto una parentesi sulla vittoria contro l’Atalanta: Ã?«Sono stati tre punti sofferti, molto importanti in visto del rush finale che ci attende. Per il futuro cercheremo di impostare il lavoro per avere la benzina necessaria a raggiungere gli obiettivi che abbiamo in menteÃ?»

Fonte: juventus.com

Advertisement