Connettiti con noi

Serie A

La grinta di Nicola, il carattere ritrovato e Zaza: Torino, si riparte da qui

Pubblicato

su

L’avventura di Nicola sulla panchina del Torino inizia con un pareggio ma sono tante le indicazioni positive per il tecnico

Ieri sera il Torino ha pareggiato una partita che fino ad una settimana fa non avrebbe mai pareggiato. Anzi, avrebbe perso con 3-4 reti di scarto. Invece l’avventura di Nicola sulla panchina granata inizia con un 2-2 ottenuto, in rimonta, sul campo del Benevento. Squadra che, al Vigorito, ha fatto sudare quasi tutte le prime della classe della Serie A. Certo, la classifica rimane a dir poco inguardabile e il Torino potrebbe ritrovarsi fanalino di coda domenica sera, ma è meglio concentrarsi sulle note positive del match contro i campani. E sono tante.

In primis chi questa partita l’ha firmata con una doppietta d’autore: Simone Zaza. Prima di ieri sera un solo gol in questo campionato (illusorio contro l’Inter) e tantissime partite da 5 in pagella. Contro il Benevento si è accesa una scintilla e si è rivisto lo Zaza dei tempi d’oro. Poter contare su un’altra bocca da fuoco oltre al solito Belotti (delizioso l’assist fornito per il secondo gol del suo compagno) non può che far piacere a Nicola. In campo, però, si è rivista anche la grinta e la determinazione che hanno reso celebre il Torino del passato. Grazie a quelle due caratteristiche, che non si vedevano da parecchio tempo nei giocatori del Toro, i granata hanno raggiungono con merito il pareggio e sono addirittura andati vicini al bottino pieno.

Infine ci sono due fotografie con protagonista lo stesso soggetto: Davide Nicola. Prima è entrato in campo con tutto il resto della panchina granata nel momento del pareggio di Zaza poi, al triplice fischio, ha chiamato tutta la squadra a raccolta in mezzo al campo. Il tecnico si è messo in mezzo e ha arringato la squadra, scuotendo e strattonando i propri giocatori. Nicola ci crede, i giocatori pure: Torino, si riparte da qui.

Advertisement