Laurini, sorpresa per la Fiorentina: «Per ora il bilancio è positivo»

Pioli Fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Vincent Laurini è una delle rivelazioni della Fiorentina: «Sorpreso dall’accoglienza dei tifosi. Saponara? Può essere una risorsa importante»

«Stiamo valutando con lo staff medico il mio recupero per domenica. Ho lavorato due settimane a parte con un percorso di riabilitazione»: è fiducioso Vincent Laurini ai microfoni de “Il Corriere dello Sport”, con il terzino che punta al rientro e intende ripartire dagli applausi ricevuti al momento della sostituzione contro il Torino: «Una sorpresa anche per me, quell’attestato di stima mi ha fatto un gran piacere, non è cosa che succede tutti i giorni. Un bilancio della stagione? Per quanto mi riguarda è positivo: ho giocato 6 gare e sono molto contento, considerato che sono arrivato sul finire dell’estate e che non ho fatto la preparazione con la squadra. Non conoscevo nessuno e l’inserimento è stato ottimo. L’obiettivo, adesso, è quello di continuare su questa strada».

GARANZIA – Dal suo passaggio in viola è rimasto in panchina tre volte: contro Verona e Bologna e col Chievo. Poi è sempre stato lui il titolare della fascia destra. Ha debuttato con la Juventus riuscendo a limitare Mandzukic: il k.o. è arrivato dopo la sua sostituzione, causata da una contrattura, poi ha continuato a fare bene anche con l’Atalanta. Discreto lavoro in fase di copertura contro l’Udinese, padrone della sua zona di campo a Benevento e col Torino, è crollato a Crotone, ipnotizzato prima da Trotta e poi messo in difficoltà da Stoian. Adesso il francese vuole ripartire col piede giusto dalla trasferta di Ferrara. Di certo, Vincent non ha dubbi sul valore di Saponara: «Conosco Riccardo molto bene per averci giocato 4 anni a Empoli: è un calciatore straordinario. Sono convinto che ci potrà dare una grande mano». C’è da vincere e chiudere la porta. Laurini è pronto a metterci del suo.