Lazio, Inzaghi alla vigilia della Juve: «Saranno arrabbiati, dovremo fare la partita perfetta»

© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore biancoceleste Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-L«azio

La Lazio è attesa all’ ‘Allianz Stadium’ per l’ottavo turno di Serie A. Contro la Juve è la prova del nove per la formazione di Inzaghi, chiamata a dimostrare di poter tenere il passo con le ‘grandi’ del campionato. L’allenatore biancoceleste, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara, ha dichiarato: «Abbiamo lavorato durante la sosta e lo abbiamo fatto bene. Abbiamo recuperato Bastos, vedremo se giocherà dall’inizio. Gli altri sono rientrati e in questi giorni hanno tutti lavorato bene per domani. Rispetto alla sfida di Supercoppa abbiamo conservato qualcosa di tattico, ma domani dovremo essere umili ed avere grinta e furore agonistico. Troveremo una Juventus arrabbiata, i miei lo sanno che giocheremo uno stadio molto difficile. Faremo la nostra gara con personalità e in modo giusto. Loro sono di un altro livello ma noi dovremo fare la partita perfetta, sperando che non siano in una giornata top».

Inzaghi ha poi proseguito sugli infortunati: «Sapevamo che Wallace non lo avremmo ritrovato sopo la sosta, il polpaccio è un muscolo su cui non scherzare. Lui è fondamentale, vuole giocare, ma gli ho detto di stare sereno perchè lo aspettiamo. Nani è rimasto qua ed è cresciuto molto. Fa progressi settimana dopo settimana. Tra domani e giovedì sarà impiegato perchè lo ha guadagnato sul campo. Merita fiducia. Marusic e Patric stanno meglio. Lukaku non lo so, ha avuto qualche fastidio e non so se lo avremo per Nizza». Poi ancora sulla Juve: «Tutti gli anni la Juventus ha sempre sostituito i giocatori che ha perso  nel migliore dei modi. Anche quest’anno sarà da vertice sia in campionato che in Champions. Scudetto? Il Napoli si è avvicinato tanto, ha mantenuto il gruppo e l’allenatore e rispetto alle altre è un po’ avanti. Gli apprezzamenti della Juve nei miei confronti?
Mi fanno piacere, ma hanno Allegri che è uno dei top allenatori. Lo stimo tanto. Modulo? Non conta il modulo, conterà l’atteggiamento».