Moratti e il triplete: «Presi Mourinho perché impressionato da un’intervista»

© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Moratti, ex numero uno dell’Inter, ha parlato da Trento, al Festival dello Sport, raccontando l’Inter del triplete

Massimo Moratti ricorda l’Inter del triplete. L’ex numero uno nerazzurro ha parlato da Trento, dove è in corso di svolgimento il Festival dello Sport, ha svelato alcuni retroscena sull’Inter del triplete: «Lo scambio Ibrahimovic-Eto’o? Prima di chiudere l’affare, ci fu un pranzo a Barcellona tra me e il presidente del Barça e in quel pranzo, circa un mese prima della chiusura dell’accordo, mi chiese Ibrahimovic. Gli dissi che era un giocatore stupendo e che ci aveva aiutato a vincere gli Scudetti. Mi faceva prezzi e io gli dicevo, ‘devi moltiplicare per quattro e comunque non lo darei’. Quando poi venne a Milano mi desse “ho moltiplicato per tre” e poi nella trattativa c’era Eto’o che non era male».

Moratti ha poi parlato dell’arrivo di Mourinho: «A me non è rimasto impresso per la vittoria della Champions League con il Porto ma per un’intervista prima del ritorno della semifinale con il Deportivo La Corona. All’andata non aveva vinto in casa e il ritorno era fuori casa e quando il giornalista gli chiese come avrebbe preparato il ritorno, lui rispose che in realtà stava pensando alla finale. In quel momento pensai fosse davvero un grande».