Ronaldo svela: «Inter nel mio cuore. Ecco cosa non rifarei»

Ronaldo svela: «Inter nel mio cuore. Ecco cosa non rifarei»
© foto www.imagephotoagency.it

A tutto Ronaldo. Il Fenomeno brasiliano ha ripercorso la sua carriera parlando delle sue avventure in Italia

Ronaldo, attuale presidente del Valladolid, ripercorre la sua carriera da Fenomeno. Il brasiliano è il protagonista dei Signori del Calcio su Sky Sport e ha parlato, fra le altre cose, di Inter e di Milan, le sue due squadre italiane: «L’Inter rimarrà sempre nel mio cuore. Ho vissuto 5 anni bellissimi e ho imparato ad amare la città di Milano e la gente mi ha voluto molto bene. L’amore che ho sentito e ricevuto in Italia non l’ho sentito da nessun’altra parte. Moratti, ora che sono presidente, è una fonte di ispirazione per me. Mi ha insegnato tanto. Tornassi indietro non lo metterei spalle al muro dicendogli di scegliere tra me o Cuper. Moratti ha deciso di tenere Cuper. Perciò non lo rifarei, cercherei piuttosto di far prevalere la mia idea in un’altra maniera in quella situazione».

Ronaldo ha parlato anche della sua avventura al Milan: «Sono stato molto bene anche al Milan. Ho imparato tanto e ho conosciuto una grande società. I tifosi milanisti mi hanno accettato e trattato molto bene. Perciò non c’è una squadra in cui mi sono pentito di andare». Il brasiliano dice di aver imparato tanto dagli infortuni e parla anche di Messi e CR7: «Messi è speciale, mi entusiasma e mi fa sognare. Anche Cristiano Ronaldo non posso escludere e dimenticare. Un altro giocatore speciale con tantissima qualità e con una forza incredibile. Neymar è un pelino dietro ma si avvicina. Chi è il vero Ronaldo? Questa battuta non deve dar fastidio a me ma nemmeno a Ronaldo perché quando me lo dicono io rimango molto orgoglioso e sono sicuro che anche lui lo sia, possiamo dire che entrambi siamo i veri Ronaldo».