Scarpa d’Oro 2019/2020: la classifica aggiornata

Scarpa d'Oro 2019/2020
© foto www.imagephotoagency.it

Lionel Messi si è aggiudicato le ultime 3 edizioni del trofeo: chi succederà all’argentino laureandosi Scarpa d’Oro 2019/2020? La classifica aggiornata

Il fuoriclasse del Barcellona, Lionel Messi, ha vinto il premio Scarpa d’Oro per ben 6 volte, di cui 3 consecutive nelle ultime 3 stagioni ed è sicuramente uno dei grandi favoriti per aggiudicarsi anche la Scarpa d’Oro 2019/2020. Dopo i campionati minori che hanno avviato la loro stagione già in piena estate, ad agosto sono partiti anche i principali tornei del Vecchio Continente, dalla Premier League alla Liga spagnola, passando per Bundesliga, Serie A e Ligue 1.

La Scarpa d’Oro fu istituita dalla rivista francese France Football a partire dalla stagione 1967-68 come premio per il miglior realizzatore in assoluto dei campionati nazionali europei. Decaduto dopo il 1991, fu reintrodotto dal 1996-97 con nuovi criteri di assegnazione. L’attuale regolamento prevede che ogni rete segnata venga moltiplicata per un coefficiente che varia a seconda del campionato in cui viene realizzata:

  • 2 per le Nazioni classificate dal 1° al 5° posto nel Ranking UEFA
  • 1,5 per le Nazioni classificate dal 6° al 22° posto nel Ranking UEFA
  • 1 punto per i campionati di tutte le altre Nazioni europee

Scarpa d’Oro 2019/2020: la classifica aggiornata

  1. Ciro IMMOBILE (Italia), Lazio (Italia), 25 gol, 50 punti (coefficiente: 2)
  2. Robert LEWANDOWSKI (Polonia), Bayern Monaco (Germania), 22 gol, 44 punti (coefficiente: 2)
  3. Cristiano RONALDO (Portogallo), Juventus (Italia), 20 gol, 40 punti (coefficiente: 2)
  4. Timo WERNER (Germania), RB Lipsia (Germania), 20 gol, 40 punti (coefficiente: 2)
  5. Erling HAALAND (Norvegia), Salisburgo (Austria), 16 gol (coefficiente: 1,5) e Borussia Dortmund (Germania), 7 gol (coefficiente: 2), 38 punti
  6. Romelu LUKAKU (Belgio), Inter (Italia), 17 gol, 34 punti (coefficiente: 2)
  7. Jamie VARDY (Inghilterra), Leicester City (Inghilterra), 17 gol, 34 punti (coefficiente: 2)
  8. Sergio AGUERO (Argentina), Manchester City (Inghilterra), 16 gol, 32 punti (coefficiente: 2)
  9. Karim BEN YEDDER (Marocco), Monaco (Francia), 16 gol, 32 punti (coefficiente: 2)
  10. Erik SORGA (Estonia), Flora Tallin (Estonia), 31 gol, 31 punti (coefficiente: 1)
  11. Kylian MBAPPÉ (Francia), PSG (Francia), 15 gol, 30 punti (coefficiente: 2)
  12. Iliha SHKURIN (Bielorussia), Vitebsk (Bielorussia), 19 gol, 28,5 punti (coefficiente: 1,5)
  13. Lionel MESSI (Argentina), Barcellona (Spagna), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  14. Josip ILICIC (Slovenia), Atalanta (Italia), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  15. Mohamed SALAH (Egitto), Liverpool (Inghilterra), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  16. Marcus RASHFORD (Inghilterra), Manchester United (Inghilterra), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  17. JOÃO PEDRO (Brasile), Cagliari (Italia), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  18. Pierre-Emerick AUBAMEYANG (Gabon e Francia), Arsenal (Inghilterra), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  19. Danny INGS (Inghilterra), Southampton (Inghilterra), 14 gol, 28 punti (coefficiente: 2)
  20. NEYMAR (Brasile), PSG (Francia), 13 gol, 26 punti (coefficiente: 2)
  21. Karim BENZEMA (Francia e Algeria), Real Madrid (Spagna), 13 gol, 26 punti (coefficiente: 2)
  22. Moussa DEMBÉLÉ (Francia e Mali), Olympique Lione (Francia), 13 gol, 26 punti (coefficiente: 2)
  23. Tammy ABRAHAM (Inghilterra e Nigeria), Chelsea (Inghilterra), 13 gol, 26 punti (coefficiente: 2)

* dati aggiornati al 13 febbraio 2020

Albo d’Oro

  • 1967/1968: Eusebio (Portogallo, Benfica), 42 gol;
  • 1968/1969: Petar Jekov (Bulgaria, CSKA Sofia), 36 gol;
  • 1969/1970: Gerg Müller (Germania Ovest, Bayern Monaco), 38 gol;
  • 1970/1971: Josip Skoblar (Jugoslavia, Olympique Marsiglia), 44 gol;
  • 1971/1972: Gerd Müller (Germania Ovest, Bayern Monaco), 40 gol;
  • 1972/1973: Eusebio (Portogallo, Benfica), 40 gol;
  • 1973/1974: Héctor Yazalde (Argentina, Sporting), 46 gol;
  • 1974/1975: Dudu Georgescu (Romania, Dinamo Bucarest), 33 gol;
  • 1975/1976: Sotiris Kaiafas (Cipro, Omonia Nicosia), 39 gol;
  • 1976/1977: Dudu Georgescu (Romania, Dinamo Bucarest), 47 gol;
  • 1977/1978: Hans Krankl (Austria, Rapid Vienna), 41 gol;
  • 1978/1979: Kees Kist (Olanda, AZ 67), 34 gol;
  • 1979/1980: Erwin Vandenbergh (Belgio, Lierse), 39 gol;
  • 1980/1981: Georgi Slavkov (Bulgaria, Trakia Plovdiv), 31 gol;
  • 1981/1982: Wim Kieft (Olanda, Ajax), 32 gol;
  • 1982/1983: Fernando Gomes (Portogallo, Porto), 36 gol;
  • 1983/1984: Ian Rush (Galles, Liverpool), 32 gol;
  • 1984/1985: Fernando Gomes (Portogallo, Porto), 39 gol;
  • 1985/1986: Marco Van Basten (Olanda, Ajax), 37 gol;
  • 1986/1987: Toni Polster (Austria, Austria Vienna), 39 gol*;
  • 1987/1988: Tanju Colak (Turchia, Galatasaray), 39 gol;
  • 1988/1989: Dorin Mateut (Romania, Dinamo Bucarest), 43 gol;
  • 1989/1990: Hugo Sanchez (Messico, Real Madrid) e Hristo Stoichkov (Bulgaria, CSKA Sofia) 38 gol;
  • 1990/1991: Darko Pancev (Jugoslavia, Stella Rossa), 34 gol;
  • 1991/1992: Ally McCoist (Scozia, Rangers Glasgow), 34 gol (premio non assegnato);
  • 1992/1993: Ally McCoist (Scozia, Rangers Glasgow), 34 gol (premio non assegnato);
  • 1993/1994: David Taylor (Galles, Porthmadog), 43 gol (premio non assegnato);
  • 1994/1995: Arsen Avetisyan (Armenia, Homenetmen), 39 gol (premio non assegnato);
  • 1995/1996: Zvlad Endeladze (Georgia, Margveti), 40 gol (premio non assegnato);
  • 1996/1997: Ronaldo Luiz Nazario Da Lima (Brasile, Barcellona), 34 gol, 68 punti;
  • 1997/1998: Nikos Machlas (Grecia, Vitesse), 34 gol, 68 punti;
  • 1998/1999: Mario Jardel (Brasile, Porto), 36 gol, 54 punti;
  • 1999/2000: Kevin Phillips (Inghilterra, Sunderland), 30 gol, 60 punti;
  • 2000/2001: Henrik Larsson (Svezia, Celtic Glasgow) 35 gol, 52.5 punti;
  • 2001/2002: Mario Jardel (Brasile, Sporting), 42 gol, 63 punti;
  • 2002/2003: Roy Makaay (Olanda, Deportivo La Coruña), 29 gol, 58 punti;
  • 2003/2004: Thierry Henry (Francia, Arsenal), 30 gol, 60 punti;
  • 2004/2005: Thierry Henry (Francia, Arsenal) e Diego Forlan (Uruguay, Villarreal), 25 gol, 50 punti;
  • 2005/2006: Luca Toni (Italia, Fiorentina), 31 gol, 62 punti;
  • 2006/2007: Francesco Totti (Italia, Roma), 26 gol, 52 punti;
  • 2007/2008: Cristiano Ronaldo (Portogallo, Manchester United), 31 gol, 62 punti;
  • 2008/2008: Diego Forlan (Uruguay, Atletico Madrid), 32 gol, 64 punti;
  • 2009/2010: Lionel Messi (Argentina, Barcellona), 34 gol, 68 punti;
  • 2010/2011: Cristiano Ronaldo (Portogallo, Manchester United), 40 gol, 80 punti;
  • 2011/2012: Lionel Messi (Argentina, Barcellona), 50 gol, 100 punti;
  • 2012/2013: Lionel Messi (Argentina, Barcellona), 46 gol, 92 punti;
  • 2013/2014: Cristiano Ronaldo (Portogallo, Real Madrid) e Luis Suarez (Uruguay, Liverpool), 31 gol, 62 punti;
  • 2014/2015: Cristiano Ronaldo (Portogallo, Real Madrid), 48 gol, 96 punti;
  • 2015/2016: Luis Suarez (Uruguay, Barcellona), 40 gol, 80 punti;
  • 2016/2017: Lionel Messi (Argentina, Barcellona), 37 gol, 74 punti;
  • 2017/2018: Lionel Messi (Argentina, Barcellona), 35 gol, 68 punti;
  • 2018/2019: Lionel Messi (Argentina, Barcellona), 36 gol, 72 punti;

*Il trofeo venne inizialmente assegnato a Rodion Camataru, che segnò 44 gol con la Dinamo Bucarest, ma lo stesso fu squalificato per alcune partite truccate nel campionato rumeno dal regime di Ciausescu.

Plurivincitori della Scarpa d’Oro

Fra i plurivincitori della Scarpa d’Oro domina il campione argentino Lionel Messi, che dal 2010 al 2019 ha vinto il trofeo per ben 6 volte. Dietro di lui il rivale di sempre, il portoghese Cristiano Ronaldo, trionfatore in 4 edizione.

  • 6 volte: Lionel Messi (Argentina)
  • 4 volte: Cristiano Ronaldo (Portogallo)
  • 2 volte: Eusebio e Fernando Gomes (Portogallo), Gerd Müller (Germania Ovest), Dudu Georgescu (Romania), Mario Jardel (Brasile), Thierry Henry (Francia), Luis Suarez e Diego Forlan (Uruguay).