Spalletti carica: «Inter-Juve ci servirà per essere più forti». Poi scagiona Santon

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

E’ un Luciano Spalletti riflessivo e propositivo quello che si è presentato in sala stampa alla vigilia della 36^ giornata di campionato

Conferenza stampa fiume per Spalletti, che ha commentato così Inter-Juventus: «Dobbiamo giocare così sempre, e non soltanto quando veniamo stimolati o condizionati da qualcosa. Quando successo contro la Juve deve servirci ad essere più forti. Non mi domandate altro su quello che è stato, chiudiamo il discorso». Quindi il discorso si sposta sui singoli. Le parole di Allegri«Vado avanti, non indietro. Alla fine ci sarà tempo per fare le valutazioni». E le lacrime di Icardi«Questi ragazzi vogliono il bene della squadra e dei tifosi. Sono professionisti seri, valgono tanto».

L’assenza di D’Ambrosio indurrà Spalletti a schierare uno tra Santon e Dalbert: «Ho preso una decisione, di certo giocherà uno dei due. Mi dispiace per Davide, perchè ha fatto quello che doveva come tutta la squadra e non ha responsabilità sul risultato». L’Inter è in corsa per un posto in Champions League ed il tecnico detta la via: «Non pensiamo agli altri ma a noi stessi, andando in campo pensando che dipende da noi. Ragioniamo così: se le vinciamo tutte, siamo qualificati». Quindi esalta Brozovic e Rafinha«Marcelo ha il piede con la bussola, sa che direzione dare alla squadra. L’ex Barcellona ci sta dando una mano, così come noi a lui, e sta mostrando tutto il suo valore».