Torino, 2019 da incubo per gli attaccanti

Torino, 2019 da incubo per gli attaccanti
© foto www.imagephotoagency.it

Nelle 4 gare del 2019 nessun centro e solo 4 tiri da parte degli attaccanti del Torino: Mazzarri studia i rimedi

Il 2019 non è iniziato nel migliore dei modi per gli attaccanti del Torino. Belotti, capocannoniere del Toro con 7 gol all’attivo, non ha ancora fatto vedere la cresta. Il centravanti granata, generoso come pochi, ha tirato in porta una sola volta a Ferrara contro la Spal, un’altra volta contro l’Inter e nessuna contro Roma e Fiorentina. È sulla stessa falsa riga l’apporto di Zaza, mai al tiro sia con la Spal che con i giallorossi, mentre ha tirato una sola volta ad Handanovic con l’Inter (non convocato per infortunio in Coppa Italia).

Iago Falque è rimasto in panchina a Ferrara, ha avuto una manciata di minuti con l’Inter, mai alla conclusione con la Fiorentina, un tiro (un palo) con la Roma. Un 2019 davvero da incubo per il tridente offensivo granata. In 22 giornate, 11 gol in tre (7 del Gallo, 4 su rigore): pesano per il 41% sui gol totali della squadra. Troppo poco per una formazione che ambisce all’Europa. Il Toro è decimo nella classifica dei tiri in porta in Serie A e il dato conferma le attuali difficoltà ad arrivare al gol dalla squadra di Mazzarri che le sta provando tutte per ribaltare questi numeri.