Toro-Chapecoense, l’amichevole si farà: agosto l’opzione più calda

chapecoense
© foto www.imagephotoagency.it

Toro-Chapecoense, l’amichevole si farà: agosto è l’opzione più calda per la sfida di due mondi così lontani, ma uniti dal dolore di due tragedie storiche

Prima la maglia verde celebrativa, utilizzata nella sfida contro l’Atalanta del dicembre scorso. E ora l’amichevole. Il Toro intende ricordare le vittime del disastro aereo che ha coinvolto, poco meno di un anno e mezzo fa, la Chapecoense. Già Urbano Cairo aveva annunciato la concreta possibilità di organizzare un test contro la compagine brasiliana, ma ora il tutto sembra in via di definizione. Si dovrebbe giocare ad agosto, a Torino. Per volere della società granata, che intende ospitare la Chapecoense nella città della Mole come segno di grande rispetto e vicinanza per il dramma vissuto poco tempo fa.

Il Toro infatti, per sua natura, è molto sensibile a tematiche di questo genere. Il popolo granata è ancora molto legato ai ricordi del Grande Torino, la squadra che il 4 maggio del 1949 di ritorno dalla trasferta di Lisbona si schiantò sulla basilica di Superga. E allora ecco che il gemellaggio, almeno virtuale, con la Chapecoense è il miglior modo per unire due mondi così lontani. Ma anche maledettamente vicini. Il match si terrà ad agosto, poco prima dell’inizio del campionato. Probabilmente al Grande Torino. Prima però la Chapecoense avrà modo di visitare Superga e pure la splendida cornice del Filadelfia.