Connettiti con noi

Hanno Detto

Torino, Vagnati: «Ottimo rapporto con Juric. Obiettivo? Non ripetere una stagione come le ultime due»

Pubblicato

su

Davide Vagnati, direttore sportivo del Torino, ha parlato in conferenza stampa a margine della presentazione di Pjaca e Pobega

Davide Vagnati, direttore sportivo del Torino, ha parlato in conferenza stampa a margine della presentazione di Pjaca e Pobega. Le parole del dirigente riportate da TMW.

JURIC SODDISFATTO DAL MERCATO – «La parola ‘soddisfatto’ sarebbe da presuntuosi. Io non lo sono, il mister è una persona umile e sa benissimo che le cose parlate devono poi avere le azioni sul campo. Siamo contenti di ciò che abbiamo fatto e degli sforzi del presidente, ma la parola spetta al campo. Dal punto di vista mediatico, è venuto fuori una comunicazione diversa da ciò che è. Con il mister ho un ottimo rapporto, ci diciamo le cose come stanno e c’è un rapporto di condivisione, cercando di costruire qualcosa di importante. Adesso le cose o cambiano, o cambiano: non possiamo fare un’altra stagione come le ultime due. Lo sappiamo tutti, lo abbiamo dimostrato anche con questi sforzi sul mercato. Dobbiamo andare tutti dalla stessa parte, compresi giornalisti e tifosi. Abbiamo bisogno della nostra gente: ci può trascinare, abbiamo bisogno. E noi dobbiamo cambiare marc».

OBIETTIVI – «Ho avuto la fortuna di partire dalle serie minori e mi sono costruito un percorso. Ora stiamo costruendo con un nuovo allenatore e nuovi giocatori, penso che un progetto si costruisca man mano a partire dagli allenamenti. Dobbiamo migliorare ogni particolare, abbiamo messo in difficoltà l’Atalanta e a Firenze non è successo. Ma non dobbiamo rimanerci troppo male, ci sono anche momenti di difficoltà. A fare la differenza è come reagisci. Obiettivo? Fare al meglio l’allenamento di oggi».

BELOTTI – «Parliamo di una persona che tiene molto al Toro, è un professionista eccezionale. Il suo atteggiamento non cambierebbe se venisse contattato da qualcuno. Noi dobbiamo pensare al bene del Toro, il nostro obiettivo deve essere migliorare e cambiare l’inerzia. Rinnovo? Ci vediamo tutti i giorni, ma non è che tutti i giorni parliamo di rinnovo. Penso che i risultati di tutti siano determinanti per il futuro del Toro e di Belotti. Siamo sereni, lui è un professionista e tiene al suo futuro e a quello del Toro. Non devono esserci isterismi, nel calcio di oggi ci sono tanti calciatori svincolati ed è cambiato il mercato. Succederà più spesso che i giocatori vadano più vicini alla scadenza del contratto».