Abodi: «Voglio pulizia e trasparenza»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Lega di Serie B: «Nessuna seconda possibilità per i soggetti coinvolti»

Andrea Abodi, presidente della Lega di Serie B, ancora una volta deve fronteggiare uno scandalo calcioscommesse per la sua categoria. Negli ultimi giorni infatti sta tenendo banco il caso Catania e a molti l’ultimo campionato cadetto è parso alquanto irregolare alla luce delle partite truccate dai rossoazzurri, non è dello stesso avviso Abodi che non vuol parlare di irregolarità per rispetto alle squadre che hanno lottato per la promozione. Da una parte quindi le gare combinate, dall’altra parte della classifica invece campionato regolare.

PULITI – Il tutto è stato inaspettato secondo Abodi anche per via del lavoro di responsabilità sociale che la Serie B ha fatto con le proprie società, ma sempre Abodi ha dichiarato: «Questa è una battaglia senza fine, pensavo avessimo gli anticorpi necessari ma sono stato smentito nei fatti. Ci sono figure importanti in questo scandalo per non dare una risposta forte». Secondo quanto detto da Abodi a La Gazzetta dello Sport bisogna rilanciare e aumentare i livelli di deterrenza, anche perché molti soggetti coinvolti sono di nuovo nel giro del calcio: «Niente più seconde possibilità, voglio pulizia e trasparenza. La giustizia sportiva deve essere portata a lavorare nel modo migliore». La Serie B 2015-16 slitterà? Secondo Abodi bisogna attendere alcuni giorni, l’importante è ricominciare puliti.