Connettiti con noi

Serie A

Algoritmo Serie A, accordo Figc-Lega più vicino: i dettagli

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Juventus Inter

Oggi sarà presentato il modello di algoritmo con la variabile casa-trasferta: poi la palla passerà ai club

Altro giorno campale per il calcio italiano. Alle 17.30, infatti, la Lega di serie A vivrà un’altra assemblea, che si occuperà di piani B e C, piani che nessuno ha voglia di utilizzare augurandosi che il piano A, l’effettuazione di tutte le partite che mancano, possa andare in porto.

Come spiega La Gazzetta dello Sport i club sono tutti d’accordo nel rifiutare categoricamente playoff e playout. Solo in un caso potrebbero svolgersi: che salti la ripartenza e che non si riesca neanche a cominciare. In tutti gli altri casi, tutto il potere all’algoritmo. Ma c’è algoritmo e algoritmo.

La Lega di A sarebbe per una soluzione basica: media punti classica per equilibrare ciò che l’emergenza può determinare (squadre che hanno giocato partite in più o in meno rispetto alle altre). Gravina, invece, ha provato a convincere Dal Pino e De Siervo, delle sue ragioni: un algoritmo che divida fra casa e trasferta. In pratica, il risultato verrebbe dalla «proiezione punti determinata dalla somma delle gare residue in casa e delle gare residue in trasferta moltiplicate per i rispettivi indici di propensione punto (media punti) di quelle validamente disputate».

Il sistema non sarà utilizzato comunque per assegnare lo scudetto. Il suo limite è quello di non «pesare» la difficoltà delle partite fin qui disputate e di quelle da disputare. Si deciderà tutto lunedì in consiglio federale. Ma le parti sono vicine.

Advertisement