Allegri su Crotone-Juventus: «Decisiva più del Napoli. Benatia? Bisogna stare zitti»

allegri allegri benatia convocati juventus
© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza di Allegri verso Crotone-Juventus, snodo decisivo per lo Scudetto in attesa dello scontro diretto col Napoli. Gli indisponibili e le probabili formazioni in vista della trasferta allo Scida e la reazione sul caso Benatia-Crozza

Dal caso Benatia-Crozza alle indicazioni di formazione verso Crotone-Juventus. Max Allegri è un fiume in piena nella conferenza stampa odierna delle 12 al Media Center di Vinovo. Su tutti i temi, però, l’importanza della partita di domani in Calabria riveste un peso specifico importante nella corsa allo Scudetto: «La partita di domani è la più importante e decisiva fra le due che dobbiamo affrontare questa settimana. Arrivare con sei punti a Juventus-Napoli è importante, inoltre ho sentito troppi festeggiamenti in giro. Tra le due gara quella più decisiva credo che sia quella di domani. Il Crotone lotta per la salvezza, ha perso immeritatamente a Genova, ha sei punti più dello scorso anno e inoltre giocare lì non è facile. Dobbiamo prepararla al meglio e venir via con i tre punti, occorre fare attenzione perchè il Napoli farà di tutto per riaprire il campionato».

Capitolo Benatia-Crozza, Allegri richiama tutti al non disperdere troppe energie extra campo: «Si è parlato troppo nella settimana post Madrid. Noi dobbiamo stare zitti e tenere il profilo basso, in vista degli obiettivi che abbiamo davanti. Le energie dobbiamo metterle tutte in campo. Giudicare dall’esterno non è mai semplice. E’ una settimana che tutti parlano, su questo post partita hanno cavalcato l’onda in tanti. Ora, però, basta. Ora dobbiamo stare zitti e centrare gli obiettivi».

Si passa poi agli indisponibili e alle indicazioni per le probabili formazioni: «Barzagli è a disposizione, Pjanic sicuramente non ci sarà. Devo valutare nella giornata di oggi Bernardeschi e gli eventuali cambi da fare rispetto a domenica scorsa. Higuain se sta bene gioca contro il Crotone, non mi interessa nulla della diffida e i rischi squalifica col Napoli. Servono le energie giuste per domani. Se sta bene domani giocherà, l’importante è vincere e restare a sei punti prima dello scontro diretto. Benatia giocherà probabilmente, anche per dare un turno di riposo a Chiellini».

Prosegue il tecnico della Juventus: «Noi e il Napoli stiamo facendo una grande stagione. Dobbiamo farci trovare pronti, il campionato non è finito. Dobbiamo mantenere il vantaggio. Buffon? Domani giocherà Szczesny. Complimenti a Mandragora che sta facendo un’ottima stagione e sta crescendo molto. Bentancur? Probabilmente giocherà Marchisio, ma ancora devo ancora decidere. L’importante domani è stare bene mentalmente. Niente calcoli: ci servono 4 vittorie in 6 partite. Cominciando da domani a Crotone, mantenendo il vantaggio inalterato. Poi ci prepareremo a questa bella serata di calcio di domenica». Conclusione, infine, sul suo futuro in bianconero: «Non abbiamo programmato ancora incontri con il Presidente e la Società, adesso dobbiamo finire al meglio la stagione.  Per programmare il futuro bisogna incontrarci tutti, per parlare delle esigenze della squadra e di quello che sarà il futuro della squadra».