Juventus, Allegri punta la quarta doppietta: ora si decide il suo futuro

Iscriviti
massimiliano allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Può vincere Coppa Italia e Serie A per la quarta volta di fila, ma il futuro di Allegri con la Juventus è un punto interrogativo: che farà il tecnico?

Massimiliano Allegri potrebbe essere al tramonto della sua esperienza alla Juventus, così come lontano dalla fine. Questo finale di stagione potrebbe far scrivere il suo nome nella storia della Juve: se vincesse la Coppa Italia e lo Scudetto sarebbe l’unico tecnico bianconero ad aver centrato la doppietta per quattro stagioni di fila. Inoltre, sempre in caso di doppio successo, avrebbe vinto praticamente tutti i trofei più importanti in territorio italiano nella sua avventura juventina. Ma, attenzione: potrebbe anche lasciare tra poche settimane, con almeno uno Scudetto cucito sul petto. Si vocifera di un suo possibile addio e nemmeno le prossime due gare saranno decisive per la sua permanenza. Sarà la fine del ciclo Allegri o la possibile quarta doppietta di fila cambierà le carte in tavola? Nonostante la stagione finisca tra tre partite, è ancora presto per scoprirlo.

Il futuro di Allegri alla Juventus

Per deformazione professionale, la Juventus non pensa a altro se non alla prossima gara da giocare. Quindi è difficile che entro il 20 maggio ci siano dichiarazioni sul futuro di Allegri. La Juventus si è mossa per il sostituto solo di recente, ma sono solamente voci quelle che danno i bianconeri intenzionati a prendere Carlo Ancelotti. Per ora non ci sono stati movimenti importanti, anche perché il domino delle panchine potrebbe scomodare grandissimi nomi in tutta Europa. Allegri piaceva al Paris Saint Germain, ma i parigini hanno ormai bloccato Thomas Tuchel; piaceva al Chelsea, ma il favorito è Maurizio Sarri; piaceva all’Arsenal, ma sembra che uno tra Vieira o Buvac possa prendere il posto di Wenger. I seggiolini delle big potrebbero essere tutti occupati, motivo per cui in questo momento è più probabile una permanenza di Allegri piuttosto che un addio.