L’impavido Gasperini: «Io mi auguro che Ronaldo giochi»

L’impavido Gasperini: «Io mi auguro che Ronaldo giochi»
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini commenta il psosibile turnover bianconero, che dovrebbe coinvolgere anche Cristiano Ronaldo, in vista della partita con la Juventus

Per la prima volta dopo quasi 18 giornate di campionato Cristiano Ronaldo siederà oggi in panchina: l’attaccante della Juventus, come annunciato da Massimiliano Allegri, rifiaterà contro l’Atalanta. Un bel vantaggio per i nerazzurri, che certo avranno una preoccupazione in meno, pur tenendo in considerazione l’avversario che si troveranno di fronte. Non si è però mostrato più di tanto sorpreso dall’assenza di Ronaldo Gian Piero Gasperini: il tecnico nerazzurro ha anzi dimostrato in conferenza stampa un certo coraggio in tal senso… «Io mi auguro, per il pubblico, che CR7 sia in campo, perché uno come lui è una attrattiva unica. Poi chiaro, per noi tecnicamente può essere un pericolo, ma la Juve ha altri grandi giocatori che possono sostituirlo». Insomma: non fa differenza.

«I bianconeri hanno vinto 16 partite su 17 e stanno battendo tutti i record, cercheremo di fronteggiarla, ma dovremo fare a meno di alcuni giocatori fondamentali: in ogni caso la capolista va sempre affrontata al massimo delle proprie possibilità – ha aggiunto Gasperini in riferimento alla possibilità che pure in casa orobica possa rifiatare qualcuno oggi – . In Italia è la prima volta che si gioca il 26 dicembre, speriamo sia l’occasione per vedere famiglie e bambini allo stadio per festeggiare il Natale: noi ci proveremo a rallentare la marcia della Juventus, ma la distanza tra i bianconeri e gli altri adesso è sempre più ampia…».