Ausilio sulle sue parole in Università: «Con Suning tutto chiarito in 10 minuti»

© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo dell’Inter, prima della sfida con la Lazio, ha parlato delle sue ‘famose’ dichiarazioni, del futuro e di tanto altro

Manca poco al fischio d’inizio di LazioInter, posticipo della giornata numero 37 di Serie A. Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, ha parlato a “Premium Sport” tornando sulle sue dichiarazioni e non solo: «Le parole che ho detto? Si è detto tanto. Io ero in un contesto un po’ particolare e in pochi hanno messo in risalto questo. Ho parlato con degli studenti di Giurisprudenza e dovevo spiegarmi in un certo modo. Non è bello che siano uscite ma mi sono già chiarito con la società ed è tempo di voltare pagina. Come si riparte? Dobbiamo pensare all’Inter e al bene della società. Le reazioni sono state più quelle dei giornalisti. Il discorso con la società è durato 10 minuti. Noi dobbiamo pensare alle prossime due partite, stiamo valutando tante cose, tanti atteggiamenti. Nuovi allenatori? Io ho parlato delle caratteristiche degli allenatori. Deve essere un allenatore che conosca bene il calcio italiano, io ho parlato di 7 squadre in quel famoso discorso ma ne sono state riportate solo 4, sapremo fare le nostre scelte. Gabigol? In passato qualche giocatore è stato punito quando ha fatto un uso non corretto dei social, in questo caso caso bisogna pensare ad altro. Il tweet di Gabigol? Dobbiamo essere più seri e fare una analisi della stagione per programmare meglio la prossima, considerando cose tecniche e di altro tipo, attraverso anche un discorso tra di noi».