Baldissoni su Totti: «Porte aperte, anche se dovesse giocare altrove»

baldissoni roma stadio spalletti
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del dirigente della Roma prima della sfida con il Genoa. Così Baldissoni sul futuro di Francesco Totti, le ultimissime

Totti day in casa Roma. Oggi, 28 maggio 2017, si chiude ufficialmente la carriera da giocatore della Roma di Francesco Totti. Il dirigente della Roma, Baldissoni, ha parlato a “Premium Sport“, prima della sfida con il Genoa: «La Società ha rinnovato due volte il contratto da calciatore, gli ha offerto un contratto da sei anni da dirigente: sta vivendo una fase delicata della sua vita, dobbiamo stargli vicino ed è inutile montare polemiche. Sono emozioni molto intense, c’è una vena di tristezza e di nostalgia che sarà prevalente. Ci deve essere anche la gioia di trasferire un campione come lui tutto il nostro affetto. Definito il suo ruolo in società? Totti non deve avere ruoli, lui è Francesco Totti: abbiamo parlato più volte con lui, piano piano dovrà imparare a fare un altro lavoro. Prevista una conferenza stampa congiunta tra società e calciatore? Non ci abbiamo mai pensato, non ce n’è il motivo: sa quali sono le varie aree in cui può intervenire, lo attendiamo con affetto. Totti ha ancora qualche difficoltà ad affrontare l’idea di smettere di giocare e sta prendendo tempo. Se volesse continuare a giocare, che fine farebbe il contratto da dirigente? Sono cose secondarie: in qualsiasi momento la Roma ha le porte aperte per lui».