Caldara si scalda: «La Juve è il passato. Piatek come Inzaghi»

Caldara si scalda: «La Juve è il passato. Piatek come Inzaghi»
© foto www.imagephotoagency.it

Mattia Caldara, difensore del Milan, ha parlato del suo approdo in rossonero e anche del suo addio alla Juventus

Torna a parlare Mattia Caldara. Lo sfortunato difensore del Milan è vicino al rientro (dovrebbe rientrare a inizio marzo contro il Sassuolo) e oggi è intervenuto a margine di un evento pubblicitario, raccontando le sue sensazioni sulla stagione rossonera: «Siamo un gruppo unito e lo abbiamo dimostrato nei momenti di difficoltà. Il lavoro paga e siamo sulla strada giusta. Contro l’Atalanta ho visto una squadra matura che merita la posizione in classifica che ha. Abbiamo vinto su un campo difficile dove ha perso anche la Juventus. La Juve per me rappresenta il passato. Ora per me conta il Milan, sono felice di essere qui».

Caldara ha parlato del suo rientro e di Piatek: «Sono fermo da 4 mesi e non vedo l’ora di giocare per dimostrare il mio valore e ripagare la fiducia della società che ha creduto in me. Mi sono allenato parzialmente con il gruppo quest’oggi, non voglio dire la data del mio rientro ma ormai manca poco. Piatek? Ha la stessa voglia di far gol come Inzaghi. Inoltre è bravo nella gestione della palla e fa salire bene la squadra. Gattuso? E’ un grande allenatore. Leonardo e Maldini? Li ringrazio perché mi sono sempre stati vicini».