Si salvi chi può: il calendario di Spal, Crotone, Chievo, Udinese e Cagliari

Iscriviti
paloschi bonazzoli spal Lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Calendario salvezza, le ultime: Spal, Crotone, Chievo, Udinese e Cagliari si giocano la permanenza in Serie A. Un’analisi dell’ultimo turno

Lotta salvezza tutta da vivere: la 38esima ed ultima giornata sarà di fuoco. Nel 37ª turno di Serie A sono arrivate vittorie a sorpresa, ma anche capitomboli clamorosi e il serio rischio è che una “nobile” possa davvero scendere in Serie B. La Spal e il Crotone sono le squadre più in bilico sulla carta, con Udinese e Cagliari, invece, che sperano di non vivere un incubo, così come il Chievo. Ma andiamo a vedere tutte le squadre nel dettaglio.

CHIEVO, 37 punti: il calendario del Chievo è probabilmente il più tranquillo di tutti e l’unico che, sulla carta, può portare tre punti alla squadra di D’Anna. La vittoria col Crotone ha ridato serenità all’ambiente e la squadra ora è a più uno sulla zona retrocessione e la vittoria al Dall’Ara per 1-2 con il Bologna ha dato la spinta. Arrivasse a pari punti col Cagliari, sarebbe salvo per gli scontri diretti, così come con l’Udinese e la Spal. Col Crotone ha pari gli scontri diretti e, momentaneamente, la differenza reti: sarebbe retrocesso per il minor numero di gol segnati.

UDINESE, 37 punti: buon calendario nell’ultimo turno per la formazione di Igor Tudor, che ospiterà alla Dacia Arena il Bologna, squadra senza obiettivi. Il problema dell’Udinese sta tutto nella condizione mentale, che però potrebbe aver ritrovato grazie alla vittoria esterna contro l’Hellas Verona. Parlando di classifica avulsa: è in svantaggio con la Spal, col Chievo e col Cagliari, mentre per gli scontri diretti è messa meglio del Crotone.

CAGLIARI, 37 punti: la sconfitta con la Roma poteva pesare come un macigno per il Cagliari, che invece a sorpresa si è imposto 0-1 all’Artemio Franchi contro la Fiorentina. La formazione sarda chiuderà in casa con l’Atalanta, partita complicatissima. Negli scontri diretti è messo piuttosto bene: li ha favorevoli con tutte, in caso di arrivo a pari punti con qualsiasi compagine delle quattro davanti, sarebbe salvo. Anche in caso di sconfitta contro la Dea, dunque, la salvezza potrebbe arrivare: tutto dipenderà dagli altri risultati, ma i rossoblu sono la squadra messa meglio in termini di classifica.

SPAL, 35 punti: qui si inizia a fare divertente la lotta salvezza. Il calendario della Spal è quello più indecifrabile, perché i ragazzi di Semplici troverà di fronte una squadra forte ma senza obiettivi. Reduce dal ko contro il Torino per 2-1, la formazione di Semplici se la vedrà con la Sampdoria in casa. Paradossalmente la Spal può salvarsi con una sconfitta: gli scontri diretti con il Crotone, attualmente a 35 punti come i biancazzurri, sorridono agli spallini e gli Squali sono attesi dalla sfida contro il Napoli al San Paolo.

CROTONE, 35 punti: il calendario del Crotone è il peggiore di tutti e l’ultima giornata servirà un miracolo. Reduce dal pareggio per 2-2 contro la Lazio allo Scida, la formazione di Zenga dovrà vedersela al San Paolo col Napoli. In vantaggio per 2-1 fino a 10′ dalla fine, i rossoblu si sono dovuti arrendere al timbro di Milinkovic-Savic. Forse il Napoli, già spompato, potrebbe lasciare qualcosa all’ultima giornata, ma dipenderà dalla condizione mentale – per ora bassa – degli uomini di Sarri. Ha gli scontri diretti sfavorevoli: retrocederebbe in caso di arrivo a pari punti con Spal, Udinese e Cagliari; è pari col Chievo, ma ha un numero di gol segnati momentaneamente migliore.