Connettiti con noi

Calciomercato

Chelsea, domani l’ufficialità di Lukaku: ecco quanto incassa l’Inter

Pubblicato

su

Lukaku

Domani sarà il giorno dell’ufficialità del trasferimento di Romelu Lukaku al Chelsea: ecco la cifra esatta che incasserà l’Inter

Dopo due anni esatti (era arrivato il 7 agosto 2019) Romelu Lukaku è pronto a salutare l’Inter e tutti gli interisti. Anche se manca l’ufficialità, da ieri il centravanti belga non è più il faro dell’Inter: il club nerazzurro ha detto ok alla proposta da 115 milioni in moneta euro piovuta dal Chelsea. Non c’è mai stata una vendita così remunerativa nella storia della Serie A.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, si passerà dall’ufficiosità all’ufficialità domani, quando l’Inter con ogni probabilità accoglierà un sostituto all’altezza. Non è solo un modo per placare la piazza inferocita, ma anche per risolvere gli ultimi dettagli burocratici tra Italia e Regno Unito. Ieri Romelu ha parlato con Inzaghi della situazione surreale attorno: ha chiesto (e ottenuto) di non partecipare all’allenamento e di evitare l’ultima passerella a Parma. In più ha ribadito ancora una volta in società la sua voglia di Chelsea: fosse per lui sarebbe in campo già mercoledì a Belfast con il Villareal per la Supercoppa Europea.

La prima giornata londinese di Romelu dovrebbe essere quindi domani: ci saranno la firma nero su bianco e l’annuncio in pompa magna. Il belga ha già pronto un messaggio di ringraziamento per i tifosi nerazzurri e una carezza per quelli del Chelsea. Ma quanto incasserà esattamente l’Inter dalla cessione del belga?

La Rosea spiega che al Manchester United tocca il 6% del totale, vale a dire 6,9 milioni. C’è poi il capitolo del cosiddetto con- tributo di solidarietà del 5% previsto dalla Fifa, destinato ai club per i quali Romelu è stato tesserato tra i 12 e i 23 anni. In questo caso il Chelsea ha fatto una significativa (ulteriore) concessione ai nerazzurri, rinunciando alla sua spettanza: cioè circa 2,5 milioni. E ciò spiega anche perché nella trattativa non hanno insistito per difendere quota 120: in realtà hanno ottenuto un risparmio occulto. Facendo un po’ di conti, infatti, si deduce che il totale scende di 10 milioni di euro circa, quindi a quota 105. Poi, non va mai dimenticato che la società interista deve pagare ancora un bel po’ di rate per completare il pagamento di Lukaku allo United: grosso modo altri 40 milioni di euro. Per il popolo che in lacrime saluta il vecchio sovrano conterà poco, ma da questa vendita in cassa si può far conto grosso modo su 65 milioni di euro, non di più. 

TUTTE LE NOTIZIE SUI NERAZZURRI SU INTERNEWS24.COM