Chi è Marten De Roon

de-roon
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista dell’Heerenveen che è ad un passo dall’Atalanta

Marten De Roon è un centrocampista olandese, capitano dell’Heerenveen. Nato il 29 marzo 1991 a Zwijndrecht, nella provincia di Zuid-Holland, il giovane talento è ad un passo dal trasferimento all’Atalanta, con cui a breve firmerà il contratto, come vi abbiamo anticipato in esclusiva. De Roon ha mosso i primi passi nel mondo calcistico a livello locale con l’ASWH, club di Hendrik-Ido-Ambacht. Si è fatto notare così dal Feyenoord, che lo ha fatto crescere nel suo settore giovanile per sei anni. Nel 2006, però, è passato allo Sparta, altro club di Rotterdam, che lo ha fatto esordire tra i professionisti nella trasferta contro il Twente. Nella stagione 2009/2010 disputa solo tre partite, un assaggio per il futuro, perché poi De Roon riesce a ritagliarsi più spazio. E, infatti, comincia a destare l’interesse di AZ Alkmaar, Heracles Almelo e Heerenveen. Ad avere la meglio è Marco van Basten, che nell’aprile 2012 riesce a prenderlo a parametro zero. Un autentico affare per l’Heerenveen, di cui diventa capitano alla seconda stagione. Nella prima, però, va il suo esordio in Europa League, dove sigla anche il suo primo gol a livello europeo. Van Basten è stato sicuramente decisivo nel grande salto di De Roon, ma importante nella crescita del centrocampista è stato anche Dwight Lodeweges, che lo ha sistemato stabilmente nella linea mediana e lo ha fatto maturare sotto l’ala di Joey van den Berg. Ha già esordito in Nazionale con l’Under19: contro il Malta ha segnato il gol decisivo per la vittoria.

CARATTERISTICHE TECNICHE – Nato come difensore centrale, Marten De Roon ha sfruttato la sua esperienza nella retroguardia quando è stato poi avanzato a centrocampo: ha potenziato, infatti, le sue doti in fase di interdizione, utili per bloccare le manovre offensive. Il centrocampista olandese, prezioso a centrocampo con il suo “lavoro sporco”, è utile anche nei duelli aerei, essendo alto 1,85m, e con i suoi lanci lunghi. Nonostante la stazza, è rapido e resistente: polmoni importanti a centrocampo, dunque, e una buona base tecnica su cui lavorare. La concentrazione è un altro dei suoi punti di forza, mentre a volte può peccare di irruenza: commette molti falli, quindi è soggetto spesso ai cartellini.


PREZZO E CONTRATTO – Legato contrattualmente all’Heerenveen, con cui lo scorso inverno ha rinnovato fino al 30 giugno 2017, Marten De Roon ha visto lievitare la sua valutazione fino a 1,3 milioni di euro. Buona plusvalenza, dunque, all’orizzonte per l’Heerenveen, che lo ha preso a parametro zero nel 2012. Per il giocatore, che presto dovrebbe essere ufficializzato dall’Atalanta, si parla di un contratto quadriennale.

A CHI ASSOMIGLIA – La ricerca di un giocatore a cui accostare Marten De Roon è impresa ardua, trattandosi di un giovane talento in rampa di lancio, ma certe sue caratteristiche ricordano Mark Van Bommel: fisico possente, duttilità tattica, grinta e abilità nel recupero della palla, precisione nei passaggi e nei lanci lunghi, tiro potente. Sta a De Roon svilupparle e mostrarle con continuità per ambire a seguire le orme del suo connazionale.