Connettiti con noi

Serie A

De Paul, il volto da copertina della Serie A

Redazione

Pubblicato

su

Otto gol, sette assist e una fantasia inesauribile, incastonata in un ruolo sempre più determinante nello scacchiere bianconero: Rodrigo de Paul è ormai il volto incontrastato dell’Udinese.

Il trequartista argentino, ad un passo dal registrare la sua migliore stagione in Serie A con la maglia che indossa dall’estate 2016, sta mantenendo anche quest’anno un rendimento di altissimo livello. Le prestazioni sono più che brillanti da un paio di mesi, ma nell’ultimo turno il 26enne di Sarandì si è guadagnato il titolo di MVP. Contro il Benevento ha confermato una rara visione di gioco abbinata alla tecnica sopraffina, certificata ancor di più dai due assist per Molina e Stryger Larsen (il secondo davvero incantevole). 

L’Indice di Efficienza Tecnica del 98% registrato in casa del Benevento lo proietta tra i migliori trequartisti del panorama europeo. Nessuno ha più dubbi sulle sue eccellenti doti in fase di possesso (K-Pass ed Aggressività Offensiva al 98%, K-Solution al 97%), ma il numero 10 bianconero mostra di contribuire in modo rilevante anche alla fase difensiva (Pressing 95%). Punta l’uomo in tutte e tre le occasioni di 1 contro 1, saltandolo due volte. Non sbaglia passaggi di medio-bassa difficoltà e ne completa 3 su 4 tentati ad altissima difficoltà. Sostanza e non solo: l’argentino completa la gara con uno score di volume di 10,8 km di cui 2,6 ad alta intensità (contro una media squadra di 2,3 km) e ben 414 metri percorsi oltre la soglia dello sprint (25 km/h): meglio di lui solo Molina con 515 metri. Per confermarsi a livello dei Top Player europei dovrà ottimizzare la prestazione nei movimenti senza palla (il 91% nel K-Movement è comunque un buon valore) e crescere dal punto di vista dell’Efficienza Fisica, dove attualmente è in linea con la media del campionato (90%). Indiscutibile tuttavia il talento di questo giocatore, che sembra ormai pronto da tempo a calcare palcoscenici più grandi. 

Advertisement