Fassone sul mercato: «Vogliamo spendere! Donnarumma? Alzeremo il monte ingaggi»

han li yonghong li fassone milan
© foto www.imagephotoagency.it

Chiacchierata informale tra l’ad Marco Fassone e gli azioni rossoneri durante una pausa dei lavori dell’assemblea. Ecco le parole dell’ad milanista

E’ in corso l’Assemblea dei Soci in casa Milan. Un’assemblea storica che segnerà l’invio ai piccoli azionisti del curriculum vitae di Yonghong Li (è tutto vero) e l’approvazione dell’ultimo bilancio dell’era Berlusconi, chiuso con quasi 75 milioni di euro di perdite, con annesso aumento di capitale. Li coprirà con i primi 60 milioni di euro e ha già garantito un secondo bonifico, dello stesso valore, senza ripassare dall’assemblea ed eventualmente approvato dal CdA. I piccoli azionisti rossoneri non sono felici per i costi ma Marco Fassone, nel corso di una chiacchierata informale con i piccoli azionisti del club durante una pausa dei lavori dell’assemblea, li ha rassicurati: «Crescerà il monte ingaggi perché il Milan tornerà in alto. Le commissioni degli agenti scenderanno ad un livello accettabile ma quest’anno il Milan tornerà a spendere, il bilancio nei prossimi 2-3 anni sarà negativo ma questo è un segno positivo che testimonia la volontà di spendere da parte della proprietà». Giuseppe La Scala, vicepresidente dell’Associazione piccoli azionisti Milan, ha parlato così del rinnovo di Donnarumma: «Fassone ha lasciato intendere che il Milan è pronto a fare tutto ciò che sia ragionevolmente possibile, senza rincorrere richieste assurde e ha confermato che entro il 3-4 luglio, in tempo con l’inizio del raduno, intende piazzare 3-4 colpi sul mercato e ha inoltre confermato Montella».