Il designatore FIFA Busacca: «Mai detto che la Var avrebbe risolto ogni problema»

diritti tv debiti serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Il designatore Fifa degli arbitri, Busacca, ha parlato alla Gazzetta dello Sport intervenendo nella polemica sul mancato rigore fischiato dalla Var in Cile- Portogallo

Durante la Confederations Cup di questi giorni in Russia stiamo vedendo all’opera per la prima volta la tecnologia Var (Video Assistant Referee), testata in vista degli imminenti impieghi nel Mondiale dell’anno prossimo e con cui si dovrà familiarizzare anche a partire dalla Serie A 2017-18. I risultati stanno dando alti e bassi, tra ottimi aiuti e misteri insanabili, riproponendo quell’alone di polemiche e dubbi che tutti pensavano sarebbero stati spazzati via dall’introduzione di questo sostegno agli arbitri «Il Var non è infallibile. Se c’è una interpretazione, come sui falli in area, allora resterà possibile una linea grigia. Nessuno ha mai annunciato che la Var avrebbe risolto ogni problema arbitrale. È impossibile, non accadrà. Ma si può migliorare, questo sì» ci ha tenuto a chiarire Massimo Busacca, designatore FIFA, intervistato dalla Gazzetta dello Sport riguardo l’episodio di un mancato rigore in Cile- Portogallo.

Una tecnologia introdotta per non far più discutere, ma che invece sembra aver solamente spostato le attenzioni su più attori coinvolti

Busacca dice la sua «Quel contatto è stato visto da più angolazioni e con tecnologie diverse. Se però si cambiava angolazione, ridando una velocità vicina a quella reale, ecco che subentravano dei dubbi. L’arbitro era vicino, ha visto e valutato. Poi ha aspettato il Var: quando gli hanno comunicato che per loro restava un’azione dubbia, ha proseguito la gara» ma aggiunge «noi vogliamo arbitri che continuano a prendersi delle responsabilità» e rimprovera l’assistente video Fonte Silva che avrebbe dovuto chiedere all’arbitro di ricontrollare di persona l’episodio sul monitor a bordo campo «Avrebbe usufruito di una prospettiva diversa rispetto a quella in presa diretta. E poi deciso». Il Var continua a far discutere. Con buona pace di chi ha pensato di introdurlo proprio per porre fine a questo.