Connettiti con noi

Hanno Detto

Milan, Pioli: «Leao deve fare un salto ulteriore per diventare campione»

Pubblicato

su

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato ospite al Club di Sky Sport dei rossoneri, di Leao e del Mondiale

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato ospite al Club di Sky Sport dei rossoneri, di Leao e del Mondiale. Le sue dichiarazioni:

LEAO – «Ho dato una regola ai giocatori. Voglio lasciarli tranquilli ma devono chiamarmi dopo ogni partita per dirmi come stanno. Gioca poco? Queste sono situazioni difficili da giudicare da lontano. Se vedi Leao in allenamento ha un potenziale incredibile. Ha una capacità tecnica abbinata alla velocità che pochi hanno. Ha dovuto affrontare nuovi metodi di lavoro ed una realtà diversa. C’è voluto un po’ di tempo. Credo che debba fare ancora un salto per diventare un campione. Rientra di più? Dipende dalla strategia della partita, uno contro uno diventa difficile da prendere. Ma ci sono volte in cui si accentra e altre in cui si abbassa troppo. I giocatori così offensivi devono stare più vicini all’area. Lui può giocare dappertutto. Credo che possa diventare ancora più decisivo nell’area avversaria. È un ragazzo molto intelligente, molto disponibile. Stiamo comunque parlando di giocatori che hanno talento, devono avere la libertà negli ultimi 30 metri. Voglio che chiuda di più sul secondo palo, glielo dico sempre. Dovrebbe impattare di più».

MONDIALE – «È più un Mondiale di individualità: quest’anno hanno preparato i Mondiali in una settimana. È difficile per un allenatore dare un’identità, anche se Luis Enrique credo che giochi il miglior calcio. Non ci sono state grandi sorprese a livello tecnico-tattico. Hanno guardato più alla concretezza ed alle individualità visto che ogni partita ha un peso specifico importante».

CONTINUA SU MILAN NEWS 24

News

video